Eriksen guida l’assalto al secondo posto: cattiveria e dialogo in attacco, Conte ora pretende di più

Il fantasista danese è chiamato a trascinare l’Inter in questo finale di stagione

di Raffaele Caruso

Conte lo ha messo al centro del suo gioco, ora tocca ad Eriksen dare risposte importanti e trascinare l’Inter in questo finale di stagione. Il fantasista danese ex Tottenham è stato protagonista, dal suo arrivo in Italia, di prestazioni altalenanti. Sprazzi di grandi gioco accompagnati da alcune partite senza particolari lampi.

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, ora tocca ad Eriksen spingere l’Inter a -1 dalla Lazio. Il finale di stagione può diventare il miglior allenamento in vista dell’Europa League e dell’anno prossimo, con le ambizioni nerazzurre che saranno moltiplicate rispetto al presente.

Conte chiede continuità e maturità. Perché deve essere Chris a far girare la squadra in ogni momento e non viceversa. I numeri parlano chiaro: sono cresciuti i tiri, gli assist, le occasioni create per i compagni, i passaggi positivi. Tutto è raddoppiato ma ora c’è un altro step da fare. Con il Bologna Chris tornerà al suo posto, dove può fare tantissimo. Dovrà dialogare di più con la coppia d’attacco, che sia la Lu-La ma anche con Sanchez, tirare fuori quei colpi di biliardo che danno all’Inter più soluzioni e la rendono imprevedibile. Tocca a Christian adesso alzare la famosa asticella richiamata tante volte da Conte.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Calciomercato Inter – Le ultime su Emerson Palmieri. Incontro con Alaba, pressing su Tonali

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy