Esposito: “Ho giocato in uno dei club più importanti al mondo, bisogna convivere con la pressione”

L’attaccante si è presentato ufficialmente ai nuovi tifosi del Venezia

di Antonio Siragusano

Dopo aver interrotto in anticipo il prestito alla Spal, Sebastiano Esposito da pochi giorni è stato prelevato dal Venezia ancora a titolo temporaneo. L’attaccante di proprietà dell’Inter rimarrà al servizio del tecnico Paolo Zanetti sino al termine della stagione, con l’obiettivo di alzare il suo minutaggio a fare sempre più esperienza. Il classe 2002 ha difatti già esordito, subentrando a partita in corso nell’ultimo turno disputato contro il Pordenone in cui insieme ai suoi compagni ha purtroppo rimediato una sconfitta. Nella presentazione ufficiale che si è tenuta quest’oggi insieme al direttore sportivo del Venezia Mattia Collauto, ecco quali sono state le prime parole del giovane Esposito:

VENEZIA – “Ringrazio il Direttore Collauto per le belle parole spese nei miei confronti; sicuramente non meritavamo di perdere contro il Pordenone, perché la squadra ha creato tantissimo in fase offensiva senza peraltro subire in fase difensiva. Sono qui a Venezia per dare il mio contributo nell’aiutare la squadra a migliorare in fase realizzativa ed ho scelto questo club perché la società ed il mister mi hanno fatto un’ottima impressione, facendomi sentire subito a casa sin dal primo momento in cui ci siamo parlati. Stavo attraversando un momento difficile ma loro mi hanno fatto subito percepire la loro fiducia, facendomi capire che con questa maglia avrei potuto fare cose importanti, ora tocca a me fare in modo che questa fiducia aumenti ulteriormente”.

Sebastiano Esposito e Salvatore Esposito

TALENTO DI FAMIGLIA – “Sin da piccolo io e mio fratello siamo cresciuti con il calcio nel cuore anche grazie a mio papà che ci ha trasmesso questa grande passione. Il calcio è la nostra vita e credo che non ci sia nulla di più bello di questo sport. Ho avuto la fortuna di giocare in uno dei club più importanti del mondo, purtroppo o per fortuna pur essendo giovane so di avere gli occhi puntanti addosso ma la pressione fa parte del gioco e bisogna saperci convivere, ma se dovessi sbagliare qualcosa non sarà per colpa della pressione, anzi, la pressione può essere anche utile perché ti fa sentire importante e ti spinge a migliorarti giorno dopo giorno”.

>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy