Icardi, numeri da “Fenomeno”: all’Inter stessa media gol di Ronaldo

Icardi, numeri da “Fenomeno”: all’Inter stessa media gol di Ronaldo

L’attuale capitano nerazzurro viaggia con lo stesso passo del pallone d’oro 1997 e 2002

di Pasquale Formisano, @Formigoal

Da sempre il numero 9 è quello che rappresenta il goleador di una squadra, l’uomo che concretizza, quello che riesce a mettere il pallone in rete. Dalla metà degli anni ’90, però, il numero 9 è diventato anche il simbolo di uno dei calciatori più forti di sempre, Ronaldo Luis Nazario da Lima, in arte “Il Fenomeno“, che ha legato il numero anche al suo personale marchio pubblicitario: R9.

Dal 2013, invece, il numero che fu di Ronaldo, che nel frattempo è stato vestito anche da Crespo, Cruz ed Eto’o, copre le spalle di Mauro Icardi, attuale capitano dell’Inter che, come il brasiliano, fa del gol la sua personalissima specialità della casa, al punto da aver raggiunto la tripla cifra in nerazzurro, dirigendosi a tutta forza verso quota 123, che gli permetterebbe di agganciare Christian Vieri, altro grande realizzatore della storia interista.

NUMERI DA FENOMENO – Sulla capacità realizzativa di Mauro Icardi si è detto e scritto già tanto, ma il dato da sottolineare rappresenta la media gol/partita: con la rete messa a segno contro la Roma all’Olimpico nel 2-2 di ieri sera, infatti, l’argentino ha raggiunto la stessa identica media proprio del fenomeno, potendo vantare il doppio delle presenze e il doppio dei gol: 118 reti in 198 gare, infatti, sono il bottino di Icardi, con la media di 0,58586 centri a partita, mentre 59 gol in 99 presenze, metà esatta, è il dato relativo a Ronaldo nella sua esperienza nerazzurra, costellata però da numerosi infortuni.

SOLO VIERI REGGE – Dato impressionante quello di Icardi che riesce a battere nomi importanti dell’attacco nerazzurro, come il Principe Diego Milito (0,438596), Samuel Eto’o (0,519608) e Zlatan Ibrahimovic  (0,564103). L’unico a reggere il passo di Maurito è proprio quel Christian Vieri che rischia di essere scalzato a breve nella classifica realizzatori all time della storia: con le sue 123 realizzazioni in 190 match, infatti, il numero 32 può vantare una media di  0,647368 gol a partita, con una differenza di 0,05 reti in più rispetto a Icardi.

LEGGI ANCHE – I Top&Flop di Roma-Inter: Icardi un killer, De Vrij-Skriniar un muro. Perisic delude ancora

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

ROMA-INTER, PAREGGIO SPUMEGGIANTE: ALL’OLIMPICO FINISCE 2-2

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy