inter news

Inter-Juventus, Marotta: “Vogliamo tornare in alto. Cessione? Nessun allarme. Ausilio a lavoro per Eriksen”

Una vittoria questa sera sarebbe di fondamentale importanza per il presente e futuro nerazzurro

Raffaele Caruso

"Inter-Juventus arriva in uno dei momenti più delicati per la dirigenza nerazzurra. Suning è in trattativa con BC Partners ed è alla ricerca di nuovi partner per far fronte alla crisi economica dettata dal coronavirus, che non ha risparmiato proprio nessuno. Anche il calciomercato nerazzurro ne ha risentito, una vittoria contro i rivali di sempre sarebbe ossigeno puro per tutti. L'amministratore delegato Beppe Marotta, nel pre partita del Derby d'Italia, ha provato a fare chiarezza su tutti i temi più caldi che tengono banco in casa Inter ai microfoni di Sky.

 Beppe Marotta, Getty Images

"Ecco le sue parole: "L'Inter è una delle squadre più importanti al mondo, parlano i trofei e il palmares. C'è stato un periodo di transizione, vogliamo tornare in alto come la storia dice. Questa partita è importante, abbiamo un obbligo verso i nostri tifosi di dare il massimo e portare a casa il risultato".

"Le trattative per la cessione di quote: "L'Inter andrà avanti con la sua continuità e stabilità, tutti i miei colleghi stanno lavorando per garantire tranquillità a tutti. Non siamo in allarme, la proprietà sta valutando le proposte. Non posso esprimere un parere concreto. Loro sono coscienti di cosa è l'Inter e di cosa può essere. E' giusto che loro agiscano tranquillamente".

Su Conte e la preparazione della partita: "Siamo stati vicini alla squadra, sappiamo come è stata preparata la partita. Faremo una grande prestazione. Questa partita può dire tanto".

"Su Eriksen:"La società ci ha detto che non possiamo fare investimenti, non c'è da aspettarsi nulla di importante in questa finestra. Questo gruppo va rispettato per i risultati ottenuti, c'è tanta probabilità che restiamo così. Eriksen? Ausilio sta lavorando, quando ci sarà qualcosa di concreto ve lo faremo sapere".