Marotta: “Trattativa Dzeko-Sanchez troppo rischiosa. Il mercato dell’Inter è chiuso. Eriksen è un professionista”

Le parole dell’ad Marotta nell’ultimo giorno di mercato

di Mario Falchi, @mariofalchi9
Marotta Inter

L’amministratore delegato dell’Inter Beppe Marotta ha parlato in questo ultimo giorno d mercato. Direttamente dall’Hotel Sheraton di Milano, che ospita l’ultima giornata di calciomercato, ha parlato ai microfoni di Sportitalia analizzando la trattiva Dzeko-Sanchez, la situazione Eriksen e la particolarità di questa sessione di mercato. In seguito le parole.

Beppe Marotta, Getty Images

DZEKO SANCHEZ – “Nella trattiva Dzeko-Sanchez c’è stata un po’ troppa audacia da parte degli agenti. Non si è mai entrati nel vivo e non c’è stata esigenza di rinunciare a un giocatore. Il mercato chiuso conferma che sapevamo di poter contare su questo gruppo. La contrazione finanziaria condiziona il nostro mercato. Nel rispetto delle linee guida della società confermo che non ci saranno ne entrate ne uscite“.

ERIKSEN – “Quando si è un grande club ci son titolati e co-titolari. Le osservazioni non vanno fatte sul minutaggio ma sul senso di appartenenza e di voglia di rimanere nel progetto. Conte ha avuto un’intuizione nel cambiargli ruolo. Eriksen è un professionista serio  e merita rispetto“.

FINESTRA DI MERCATO PARTICOLARE – “Ci troviamo davanti a un fatto straordinario e il modello di riferimento di prima non è più perseguibile. Oggi il modello può essere raggiungibile se si rivisita il costo del lavoro. Si rischia che qualsiasi attività si avvicini a uno stato di default. No a grandi cifre e no grandi ingaggi da parte dei calciatori. Il mercato dell’Inter è chiuso“.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy