Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Repubblica – Inter, Suning pensa ad un finanziamento. Ma il rischio austerity frena l’entusiasmo

Stiamo per entrare in una fase molto delicata per il futuro della proprietà nerazzurra

Antonio Siragusano

"In parallelo agli ottimi risultati di campo che l'Inter di Antonio Conte sta ottenendo, non si può fare a meno di parlare anche delle acque piuttosto agitate in cui invece sta navigando il gruppo Suning. Come sappiamo, da un paio di mesi a questa parte la proprietà asiatica ha iniziato a cercare nuovi partner a cui cedere le quote di maggioranza del club nerazzurro, a causa di una crisi economica che ha avuto forti ripercussioni dallo scoppio del Covid-19 in avanti.

"L'entusiasmo che nell'ultimo periodo la squadra di Conte ha generato ad Appiano Gentile, non è passato però inosservato dalle parti di Nanchino. Non è un caso se il presidente dell'Inter Steven Zhang sarebbe voluto rientrare a Milano proprio in occasione del derby, se non fosse stato per problemi di logistica legati al coronavirus. Ad ogni modo, la prospettiva di uno scudetto che giornata dopo giornata sembra sempre più alla portata, in casa Suning ha generato più di una riflessione.

"Come scritto questa mattina da la Repubblica, una delle ipotesi sondate ai vertici dell'Inter riguarda la possibilità di un prestito da circa 200 milioni di euro per rispettare tutte le scadenze di questa stagione. Una soluzione, questa, che potrebbe però innescare una politica rigorosa basata sull'austerity per le prossime due stagioni; una prospettiva che obbligherebbe il club nerazzurro a ridurre quasi del tutto gli investimenti per favorire il rifinanziamento del debito.

"Va infatti detto che, anche in caso di vittoria del campionato, l'Inter avrebbe sì diritto a ricchi premi economici, i quali però non sarebbero neanche lontanamente sufficienti a superare questo complicato momento finanziario. Al vincitore della Serie A 2020/21 andrebbero difatti circa 23,4 milioni di euro della quota premiale dei diritti tv, più un'altra decina dal market pool Uefa e altri 4-5 dagli sponsor.