Inter-Torino, è tornato lo Sceriffo Godin: prestazione ottima, i giornali lo incensano

Il centrale uruguaiano ha mostrato grande applicazione ed attenzione

di Simone Frizza, @simon29_

Signore e signori, lo Sceriffo è tornato. Diego Godin è stato uno degli assoluti protagonisti di Inter-Torino: partito – un po’ a sorpresa – da titolare al posto di Skriniar, l’uruguaiano ha confermato l’ottima prestazione offerta contro l’Hellas Verona. Nella gara di San Siro, però, l’Inter ha vinto e lui ha bagnato la sua prova anche con un gol, che dà ulteriore valore alla prestazione complessiva.

E i quotidiani, in questo senso, lo incensano senza mezzi termini:

La Gazzetta dello Sport 6,5 – Nel primo tempo fa la mezzala: forse neppure in Uruguay da bambino gli era mai capitato. È l’uomo più pericoloso è più dentro il match nelle fasi iniziali, tanto che il gol del 2-1 sembra quasi una
compensazione postuma.

Corriere dello Sport 6,5 – Primo tempo con qualche affanno di troppo, perché Ansaldi non gli dà punti di riferimento e quando avanza conferma le inevitabili difficoltà nel palleggio. È lui però ad incornare il pallone del sorpasso: primo sigillo in nerazzurro.

Tuttosport 7 – Segna, da provetto centravanti, un gol che vale oro e spesso fa l’ala (mestiere non suo) con grande applicazione. Bravo anche a risolvere qualche patimento iniziale su Ansaldi. L’ammonizione presa gli costerà la squalifica con la Spal.

Passioneinter 6,5 – Finalmente decisivo! Lo Sceriffo sostituisce Skriniar dopo la prestazione horror di Verona e sfrutta al meglio l’occasione da titolare concessa da Conte. Si fa trovare al momento giusto nel posto giusto e di testa sigla il suo primo gol con la maglia nerazzurra. Una rete importante, che spedisce l’Inter al secondo posto in classifica.

>>>Iscriviti al canale YouTube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

LIVE Calciomercato Inter – Emerson ha detto sì all’Inter. Conte vuole ancora Vidal, Lautaro si complica per il Barcellona

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy