Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

MAROTTA NAZIONALI

Marotta sulle Nazionali: “I club devono essere al centro. Campionato? Le favorite sono le stesse”

Beppe Marotta (via Getty Images)

L'Inter rischia di non avere a disposizione diversi giocatori con la Sampdoria

Lorenzo Della Savia

Il campionato è appena iniziato, e - con esso - è ricominciata anche la realpolitik: stavolta il crinale degli scontri istituzionali è quello delle Nazionali, e in particolar modo quelle sudamericane. E' lì che si gioca la partita tra la FIFA e le federazioni nazionali - tra cui la FIGC - sul super-impiego dei calciatori dei club per le gare delle Qualificazioni ai Mondiali del 2022: una querelle che coinvolge anche l'Inter che, per la partita di campionato contro la Sampdoria del prossimo 12 settembre, rischia di non avere a disposizione diversi giocatori.

E' da qui che è cominciata l'intervista di Giuseppe Marotta, ospite oggi a Rai Radio 1 durante la trasmissione Zona Cesarini. Ha detto infatti l'ad nerazzurro, a riguardo: "Ringrazio il presidente Gravina e il presidente Dal Pino per l'attenzione che stanno riservando a questo tema molto importante - le sue parole - Bisogna considerare che il club deve essere sempre al centro della situazione e di conseguenza affrontare una giornata di campionato e la successiva prima giornata di Champions League con i giocatori nostri in condizioni non ottimali rappresenta un grande danno che ogni club patisce".

CAMPIONATO - "La partenza indica che le favorite sono comunque sempre le stesse. Il campionato italiano sì ha perso delle risorse, dei giocatori importanti, ma ha acquisito una crescita per quanto riguarda la parte tecnica, anche l'arrivo di Mourinho ha destato un nuovo interesse. Sono certo che il campionato risalirà la china dopo un periodo di grande contrazione finanziaria che ha inciso anche nell'economia e nei trasferimenti dei singoli club".

MERCATO - "E' un mercato complicato, del resto le difficoltà che attanagliano l'Inter in questo momento sono le stesse che troviamo in tanti altri club. Bisogna dare spazio alla creatività, alla competenza delle singole aree tecniche per cercare di sopperire alla mancanza di investimenti che rappresentavano un aspetto ordinario precedente a questa pandemia".

CORREA-LAUTARO - "Sì, è una bella coppia e ne siamo molto felici".

tutte le notizie di