Castellazzi indica il dopo Handanovic: “Arriverà uno tra Musso e Meret”

“La forza dello sloveno è stata la continuità di rendimento negli anni” ha precisato l’ex portiere nerazzurro

di Rodella Alessandro, @AleRodella

Luca Castellazzi ha parlato ai microfoni di TMW Radio sul momento attuale di Handanovic guardando anche al futuro visto che il portiere sloveno a luglio compirà 37 anni.

“Samir è stato criticato, a volte troppo. Ai livelli top il minimo gol viene analizzato alla ricerca della mancanza e si è molto esigenti, ma la sua forza è stata la continuità di rendimento negli anni. Anche lui si è evoluto molto negli anni e coi piedi è diventato molto efficace: ultimamente è stato criticato su gol sui quali era quasi impossibile fare qualcosa. A volte non ha provato l’intervento e questo non piace ai tifosi, ma se son palle come quella di ieri sera, sono imprendibili e un tuffo non cambia la reale sostanza. Questo non toglie niente ai suoi meriti negli anni, tanto di cappello anche come personalità”.

“Musso è il più attrezzato per sostituirlo. Ormai è pronto e ha l’età perfetta: è giusto che abbia fatto il suo percorso all’Udinese, in cui è cresciuto tanto di partita in partita. Pure lui è molto potente, e se voleva promuoversi all’Inter la parata su Lautaro è stata il modo migliore! Eccezionale, perché legge prima nelle intenzioni e spinge bene. Normale che per l’anagrafe di Handanovic l’Inter debba guardarsi intorno, se posso spendere un altro nome, che gioca però già in una grande, è Meret. Ha avuto meno certezze e continuità per l’alternanza con Ospina, e magari è più difficile arrivarci ma è un nome di chi può ambire a tornare protagonista”.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy