Sacchi: “Inter? Il problema parte dal club. Quando non c’è la società, l’allenatore fa fatica”

Sacchi: “Inter? Il problema parte dal club. Quando non c’è la società, l’allenatore fa fatica”

Dopo la sconfitta per 4-1 subita a Napoli, i nerazzurri sono scivolati al quarto posto in classifica

di Paolo Messina

La disfatta di Napoli non può e non deve segnare il percorso Champions. L’Inter merita di confermarsi nelle posizioni che ha stabilmente occupato durante l’odierno campionato e, perdere il treno europeo all’ultima giornata sarebbe un fallimento totale. Battere l’Empoli sarà tutt’altro che semplice, ma il grande percorso di crescita della squadra non può fare a meno della qualificazione alla prossima grande competizione del vecchio continente.

La corsa europea degli ultimi 90 minuti stagionali è stata commentata da Arrigo Sacchi sulla Gazzetta dello Sport: “Chi va in Champions? Non sono mica un mago, non è semplice anticipare i verdetti. Comunque una cosa la dico subito. L’Atalanta è quella che merita più di tutte di andare in Champions. Delle quattro è la società che ha speso meno, è quella che ha la rosa più ridotta, eppure è quella che gioca meglio. Siccome ho sempre pensato che deve vincere chi merita, sostengo che l’Atalanta deve prendersi un posto in Champions. Inter? Il problema parte dal club. Quando non c’è la società, l’allenatore fa fatica. Lo sa che la conflittualità in ambito lavorativo è la principale causa di stress? Mi pare che l’Inter non sia un ambientino tranquillo, no? Per questo, secondo me, non si possono dare le colpe di questa situazione soltanto a Spalletti. Le radici del problema sono altrove.”

Seconda parte dedicata al focus sulla partita di domenica:L’Empoli è delle squadre che giocano il miglior calcio in Italia. E’ un gruppo di ragazzini semisconosciuti che sta seguendo in tutto e per tutto il suo maestro Andreazzoli. L’incognita è facile da individuare: avranno, questi giovani, la personalità per reggere una sfida su un palcoscenico come quello di San Siro? Io ricordo che l’Empoli di Sarri impose il possesso-palla al Milan, e giocava in casa dei rossoneri. La partita mi sembra aperta. Se consideriamo i valori individuali no, non ci sarebbe gara, ma il calcio è fatto di idee, di lavoro, di serietà. Di certo l’Empoli non dovrà andare a San Siro per difendersi, sennò perde prima ancora di cominciare”.

ESCLUSIVA – Agente Tagliafico: “Patto con l’Ajax: rimane. Ma l’Inter in futuro gli piacerebbe”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy