Siviglia-Inter, l’analisi della gara: troppe occasioni sprecate e sostituzioni tardive

Nella finale di Europa League i nerazzurri hanno sciupato diverse occasioni sotto porta

di Andrea Pennacchi

Si interrompe il sogno europeo per l’Inter, proprio sul più bello. La finale di Europa League sorride al Siviglia, che si impone per 3 a 2 sui nerazzurri e alzando quindi al cielo il trofeo. Per la squadra di Antonio Conte sono diversi i rimpianti e sicuramente la ‘colpa’ del mancato successo va condivisa tra giocatori e allenatore. Come riportato da La gazzetta dello Sport, si è vista sicuramente una squadra diversa rispetto a quella che aveva annientato lo Shakhtar Donetsk in semifinale per 5 a 0.

Innanzitutto c’è da sottolineare i cambi tardivi del tecnico, che poteva anticipare l’ingresso di giocatori in grado di fare la differenza come Eriksen e Sanchez. A questo, però, va aggiunta la mancanza di concretezza di alcuni protagonisti sotto porta. Le occasioni fallite da Gagliardini, Lukaku, Sanchez e Candreva sono dei nei in una gara in cui gli errori dovevano essere limitati il più possibile.

>>Iscriviti al canale Youtube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy