Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Tonali si confessa: “Mercato? Non ci penso. Gattuso il mio idolo, ma oggi mi ispiro a Modric”

Il centrocampista del Brescia si racconta in una lunga intervista, tra l'emergenza Coronavirus e lo sguardo al futuro

Giuseppe Coppola

"In una lunga intervista concessa sulle pagine del Corriere della Sera, il centrocampista del Brescia Sandro Tonali ha parlato di presente e futuro, raccontando anche il suo punto di vista in merito all'emergenza Coronavirus ed alla possibile ripartenza del campionato.

"RIPARTENZA - "Brescia ultimo? Io non voglio nessun regalo. Siamo dove siamo perché ce lo meritiamo. Ma la salute viene prima di tutto. Quando si potrà giocare, giocheremo. A porte chiuse, se così si deciderà. Ma, vedrete, sarà un altro Brescia. Perché giocheremo anche per chi sta soffrendo, per chi ha perso un nonno o un papà, per chi allo stadio non ci sarà. Daremo quello che non siamo riusciti a dare fin qui. Perché solo chi vive a Brescia o Bergamo sa quello che stiamo passando. È come la guerra. Da fuori forse non si può capire. Ma credo che tutti usciremo migliori da questa emergenza mondiale"

"CALCIOMERCATO - "Non ci penso, non mi importa, non ora. E non lo dico così, per sviare. A me interessa chiudere al meglio la stagione, perché sento di avere ancora molto da dare al Brescia e a Brescia, che ha creduto in me. Poi, vedremo"

"CELLINO - "Il presidente mi vuole bene, come se fossi un figlio. E io voglio molto bene a lui, mi dà sempre consiglio importanti. 300 milioni? Non lo so, sono un sacco di soldi. Un po' fa effetto sentire certe cifre, ma io sono sempre abbastanza calmo e sereno, è una mia qualità"

"INFANZIA - "Sì, tifo Milan. E Gattuso era il mio idolo. Oggi fra i giocatori m'ispiro a Modric"

"PARAGONE CON PIRLO - "Colpa dei capelli. Non mi dà fastidio, figuriamoci, però per me non è un paragone adatto. Avere somiglianze è una cosa, ma poi in campo è tutto diverso, Pirlo aveva una qualità pazzesca. Non so chi riuscirà a raggiungerlo"

"RUOLO DA MEZZALA - "Non mi dispiacerebbe affatto. In fondo ho iniziato da mezzala. Ma dove mi mettono, sto. Basta giocare"

"EUROPEO - "Dispiaciuto? Poco. Perché so che fra un anno saremo ancora più forti. Siamo un bellissimo gruppo, giovane, ambizioso, per me esserne parte è un orgoglio enorme. Che emozione, l’azzurro. Se cresciamo come esperienza, possiamo solo migliorare. E se miglioriamo, diventiamo forti davvero"

https://www.passioneinter.com/notizie-nerazzurre/inter-news-live/