Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Una fonte alla Gazzetta: “Suning vuole mantenere il controllo dell’Inter”. Non solo BC: in corsa altri due fondi

Il punto sul futuro societario al termine del Cda che si è tenuto ieri

Raffaele Caruso

"Sono giorni importanti in casa nerazzurra. Non soltanto per il big match in programma domenica sera a San Siro contro la Juventus, ma anche sul fronte societario qualcosa si muove. Ieri è andato in scena un Consiglio d’Amministrazione, convocato per la crisi di liquidità che sta affrontando in queste settimane il club.

 Zhang Jindong, Steven Zhang e Antonio Conte, Getty Images

"Come riportato da La Gazzetta dello Sport, la situazione resta complicata e per questo servirà un aumento di capitale maggiore rispetto a quello preventivato, presumibilmente a tre cifre. Anche perché la perdita del prossimo bilancio sarà più pesante rispetto all’ultimo rosso registrato da 102 milioni di euro. La crisi dettata dal coronavirus ha colpito inevitabilmente anche un colosso come Suning, in più c'è da fare i conti con le decisioni del Governo cinese che ha chiusi i rubinetti per gli investimenti all'estero.

"Questo ha spinto Zhang a cercare una soluzione per l’Inter. Amargine dello stesso Consiglio, una fonte avrebbe confermato alla Gazzetta la volontà dell’azionista di riferimento di mantenere il controllo del club.

"L'obiettivo sarebbe quello di trovare un partner, un compagno di viaggio che traghetti il club verso tempi migliori. In pole c’è il fondo Bc Partners del manager greco Nikos Stathopoulos, che com’è noto ha avviato una due diligence sull’Inter, al termine della quale deciderà se formalizzare un’offerta. Potrebbe essere per metà febbraio.

"In corsa però c'è anche il fondo svedese Eqt, che ha sede a Milano e in Italia ha rilevato Facile.it e Idealista. Contattato dalla Gazzetta,Eqt ha però preferito evitare commenti. L’altro fondo che sarebbe interessato al faldone Inter è statunitense: Arctos Sports Partners, specializzato in acquisizioni di partecipazioni di minoranza, con interessi esclusivamente sul mondo sportivo. In tutto questo, va ricordato come il 31,05% dell’Inter sia di proprietà del fondo Lion Rock: nella partita futura, un particolare che non va dimenticato.