Dalla media realizzativa all’ingaggio: tutti i motivi del “no” al passaggio di Dybala all’Inter

Dalla media realizzativa all’ingaggio: tutti i motivi del “no” al passaggio di Dybala all’Inter

Le resistenze dalla sponda nerazzurra all’operazione

di Raffaele Digirolamo, @RaffaDigi97

Dovesse andare in porto, il possibile scambio fra Mauro Icardi e Paulo Dybala, rilanciato questa mattina da Tuttosport, rappresenterebbe senza dubbio una delle trattative più clamorose degli ultimi anni. Tuttavia, nonostante le voci continuino a rincorrersi, le perplessità intorno all’operazione rimangono sia negli ambienti vicini all’Inter, sia in quelli che orbitano intorno alla Juventus. Innanzitutto dalle parti di Appiano Gentile sanno che perderebbero un fenomenale centravanti dalla media realizzativa decisamente superiore a quella del giocatore bianconero, che ha caratteristiche diverse ed è meno cinico di fronte alla porta avversaria.

In secondo luogo c’è la questione stipendio, dato che l’argentino della Juve percepisce un ingaggio intorno ai 7 milioni di euro stagionali, ed è probabile che per vestire la casacca nerazzurra chieda un aumento per arrivare almeno a quota 8. Paulo Dybala, poi, non ha sempre dimostrato di saper gestire le pressioni nelle sfide decisive; se in alcuni casi è stato fondamentale, come contro il Barcellona in Champions League, spesso è mancato nei momenti chiave, nei quali Icardi è sempre stato cinico e freddo. L’ultima questione riguarda la convenienza, per l’Inter, di una cessione di un top player ad una diretta rivale, che potrebbe essere un boomerang e rendere più ampio il gap fra le due compagini.

TS – Inter, riprende forma lo scambio Icardi-Dybala? I dettagli

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy