Mauro Icardi e il limite clausola: l’Inter deve correre ai ripari

Mauro Icardi e il limite clausola: l’Inter deve correre ai ripari

I 110 milioni sono ormai pochi per uno come lui, dopo le follie fatte negli ultimi mesi

di Martina Napolano, @OnlyLoveINTER

Al momento, il problema più grande in casa Inter è la clausola di Mauro Icardi. Come riporta il Corriere dello Sport, i 110 milioni sono pochi per uno come lui dopo le ultime follie fatte da Barcellona e PSG. Se l’argentino volesse partire, si tratterebbe di un investimento a buon mercato, soprattutto per i club che hanno un grande fatturato come Real Madrid, Barcellona e Manchester United o per i club che alle spalle hanno grandi mecenati, come Manchester City e PSG.

L’indiscrezione circolata ieri sulle visite mediche già fatte con il Real Madrid è priva di fondamenta, anche perché il numero 9 è in vacanza con la moglie Wanda da qualche giorno. La sua intenzione è di non lasciare l’Inter, così come Suning non vuole farlo partire. A gennaio, però, la clausola di Icardi non è valida e quindi sarebbe l’Inter a fare il prezzo, ma l’ipotesi viene definita irrealizzabile. Il discorso potrebbe diventare più complesso tra qualche mese: se Icardi dovesse accettare un ingaggio superiore da altri club e questi pagherebbero la clausola, l’Inter dovrebbe lasciarlo partire.

Al momento, con molti attaccanti vicini alla soglia dei 30, i club europei puntano proprio sul numero 9 nerazzurro e su Harry Kane del Tottenham che, però, non ha clausola. L’Inter deve correre ai ripari.

 

LEGGI ANCHE –> MERCATO – L’INTER ABBANDONA DEULOFEU E VIRA SU…

TUTTE LE INFO SULL’INTER: ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM DI PASSIONEINTER.COM

INTER FEMMINILE, TRAMONTANA PREVEDE IL GOL DI BRUSTIA E IMPAZZISCE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy