Mou: “Bisogna punire chi simula come Balotelli e Neymar”

di

Non sono mai andati d’accordissimo e le tante discussioni avute quando erano entrambi all’Inter sono la prova del loro rapporto non idilliaco: José Mourinho e Mario Balotelli hanno due personalità forti e per questo tendenti allo scontro. E ieri l’ex tecnico nerazzurro ha citato proprio l’attaccante del Milan a proposito di un argomento che riguarda una certa categoria di giocatori: i simulatori. Ecco le sue dichiarazioni, riportate da Repubblica.it: “Si è visto chiaramente in Champions che esiste la cultura del tuffo. Si è visto con gli episodi di Neymar a Glasgow e di Balotelli ad Amsterdam Una squadra è rimasta in dieci e l’altra è stata penalizzata da un rigore negli ultimi minuti. Queste azioni mi intristiscono e mi preoccupano perché anche io competo in Champions League. C’è da pensare che, per esempio, Klopp è stato squalificato due partite per aver parlato con l’arbitro o il quarto uomo. Lui non ha potuto entrare nello spogliatoio per dare indicazioni ai suoi giocatori. E invece che si fa con Neymar e Balotelli?“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy