Simeone: “Ritorno all’Inter? Sono già stato chiaro duemila volte, non dico più niente”

Simeone: “Ritorno all’Inter? Sono già stato chiaro duemila volte, non dico più niente”

Il tecnico dell’Atletico Madrid ha parlato ai microfoni di Rai Radio 1

di Simone Frizza, @simon29_
simeone inter

Intervenuto ai microfoni di Rai Radio 1, l’allenatore dell’Atletico Madrid Diego Simeone ha parlato del momento della sua squadra, di suo figlio Giovanni e del possibile futuro ritorno all’Inter. Ecco le sue parole.

SORTEGGIO – “Noi siamo tranquilli, sappiamo che in Champions tutte le squadre sono forti e non si può scegliere. Verrà quella che verrà. Sono 5 le squadre che si possono abbinare a noi, vediamo chi ci toccherà”.

RITORNO ALL’INTER – “Sono contento per il nostro momento e anche per quello di mio figlio Giovanni. Io vivo giorno per giorno, ho ancora un anno di contratto all’Atletico e stiamo lavorando molto bene. Credo di essere stato molto chiaro duemila volte sul ritorno all’Inter: non ho bisogno di dire più niente”.

MODO DI ALLENARE – “Io mi auguro di avere sempre la stessa energia e stessa voglia di continuare sulla mia linea, come sto facendo da 12-13 anni da allenatore. La nostra società ha una storia precisa da rispettare e noi dobbiamo andare dietro a quello che ha fatto la società in passato. Altri club non hanno la nostra storia e quindi giocano in modo diverso. Ma la Juventus, l’Inter, il Barcellona, il Real Madrid, l’Atletico, il Bilbao e tante altre hanno una grande storia. I calciatori sono quelli che ti fanno andare sulla strada dove devi andare. Non è l’allenatore che porta lo spirito, ma i giocatori”.

JUVENTUS – “Cristiano Ronaldo è senza dubbio uno dei due migliori giocatori del calcio moderno insieme a Messi. Anno dopo anno sono riusciti ad essere sempre al top. Io non sono né l’allenatore né un tifoso del Real Madrid, se manca o no è una cosa da chiedere a loro. Sicuramente per come lavora la Juventus il suo arrivo ha dato un passo ancora in più ad una squadra chiamata a fare una grandissima stagione”.

ESPERIENZA AL PISA – “Ho un grandissimo ricordo di Pisa. Ero molto giovane e mi hanno aperto le porte nella maniera migliore. Da giovane forse certe cose non le capisci molto, ma quando cresci ti rendi conto del sentimento e della passione che si vivono in certe realtà”.

ALLENARE GIOVANNI – “Oggi ancora non è semplice, sicuramente lo sarà quando lui continuerà a crescere come calciatore e io andrò dove sarà. Al di là del fatto che sono suo padre mi piace come giocatore, ha il gol nella testa, vive per il gol e questa per un attaccante è un’ottima cosa”.

LAZIO – “La Lazio ha fatto una grande stagione l’anno scorso e quest’anno è passata ai gironi di Europa League. Quello che ho vissuto a Roma è stato meraviglioso in tutti i 5 anni. Lazio ed Inter sono i ricordi migliori che ho, quindi mi auguro sempre il meglio per loro”.

LEGGI ANCHE – Rinnovo Icardi, countdown finito: incontro nel 2019, novità sulla clausola

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIDEO – LA PALLA NON VUOLE ENTRARE: QUANDO LA REALTÀ SUPERA I BUG DI FIFA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy