Inter, credere allo scudetto non è utopia: recuperare punti prima di Juventus-Lazio

Inter, credere allo scudetto non è utopia: recuperare punti prima di Juventus-Lazio

La squadra nerazzurra ha ripreso la corsa

di Milo Zatti

Parliamoci chiaro, vincere lo scudetto sarebbe una vera e propria impresa. Come mostrato da La Gazzetta dello Sport  lo suggeriscono anche i numeri: da quando è stato introdotto il sistema a tre punti nessuna squadra, che a 12 giornate dalla fine del campionato era 6 punti dietro alla capolista, è mai riuscita a recuperare e vincere la competizione, eppure si sa, nel calcio i numeri contano fino ad un certo punto. Di questa opinione è anche Antonio Conte che a questo punto crede nell’impresa.

La convinzione è stata rafforzata dall’analisi del rendimento dei nerazzurri da agosto ad oggi che ha evidenziato come il distacco tra l’Inter e la Juventus sia sostanzialmente derivato dalle due sconfitte patite dalla Beneamata nei due scontri diretti con la Vecchia Signora, per il resto invece le due formazioni hanno avuto risultati molto simili.

Altri buoni segnali che possono far ben sperare arrivano dal calendario: nelle prossime sette giornate infatti i ragazzi di Conte non affronteranno dirette rivali, ma avversarie che, almeno sulla carta, dovrebbero essere molto più alla portata. In ordine queste sono Sassuolo, Parma, Brescia, Bologna, Verona, Torino e SPAL, in questo caso i numeri sono a favore dei nerazzurri, infatti all’andata di queste sette ne vinsero sei e ne pareggiarono una.

Per ora quindi il piano è tracciato, arrivare alla 34^ giornata, quella fatidica in cui si giocheranno Inter-Roma e Lazio-Juventus, avendo messo più fieno possibile in cascina e sperando di aver ridotto di almeno 3 punti il distacco dalle due rivali al titolo per poter capitalizzare al massimo su un eventuale passo falso di una (o entrambe). A quel punto poi si vedrà e se tutto andrà secondo i piani magari ci sarà la possibilità di giocarsela per il titolo con un rush finale.

Senza alcun dubbio servirà tanto impegno e molta fortuna. Tanto impegno perché non ci si potrà permettere di fare nessun passo falso nelle prossime sette partite e molta fortuna perché si dovrà sperare in una (o possibilmente anche più) cadute delle dirette concorrenti che permettano di ridurre il gap. Sarà senza dubbio durissima, ma nulla è mai scontato nel calcio e la Pazza Inter ha dimostrato più volte di essere in grado di compiere imprese impossibili, bisogna crederci!


Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – L’agente di Juan Foyth in ESCLUSIVA. Sogno Gabriel Jesus, Darmian in pugno. Le ultime su Brozovic

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy