Iuliano: “Simoni? Persona dallo spessore incredibile. Dispiace essere legati da quel Juve-Inter”

Iuliano: “Simoni? Persona dallo spessore incredibile. Dispiace essere legati da quel Juve-Inter”

L’ex difensore bianconero rende omaggio all’ex tecnico nerazzurro: “Nessuno ha mai parlato male di lui”

di Raffaele Caruso

L’Inter di Gigi Simoni sfiorò lo scudetto nella stagione 1997-1998, conclusa poi con il successo a Parigi in finale di Coppa Uefa contro la Lazio. Un campionato straordinario, macchiato da quella sfida contro la Juventus che ancora grida vendetta. Il contatto tra Iuliano e Ronaldo è passato alla storia, lo stesso ex difensore bianconero è intervenuto ai microfoni de La Repubblica per ricordare Simoni all’indomani della sua scomparsa: “Legati da quella domenica, da quel Juve-Inter? Mi resterà il rimpianto di non avere altro da condividere con lui, una persona di uno spessore incredibile: non ho avuto il piacere di conoscerlo, ma non ho mai trovato uno che mi dicesse male di lui. Non voglio definire una persona da un evento. E oggi non è il giorno per pensare a quel pomeriggio: sarebbe di cattivo gusto“.

Pochi confronti: “D’altronde ci siamo incrociati davvero di rado ed è un peccato, perché avrei voluto conoscere a fondo sia l’uomo sia l’allenatore: mi ispirava tantissimo. Oggi ho ricevuto una notizia dolorosa, mi consolo pensando che ha avuto una carriera lunga e vincente e che ha fatto una vita piena, brillante. In realtà un ricordo diretto ce l’ho. Quand’ero ragazzo della Salernitana, la prima convocazione la ricevetti per una trasferta a Cremona: la sua grande Cremonese, lui era già un riferimento e io emozionatissimo di stare seduto a pochi metri da lui. Non gli tolsi gli occhi di dosso“.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – L’Inter tenta Cavani con un contratto da top, ma spunta anche Belotti. Non solo PSG per Icardi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy