Mancini: “Capisco lo sfogo di Conte. Inter-Juve gara diversa dalle altre”

Mancini: “Capisco lo sfogo di Conte. Inter-Juve gara diversa dalle altre”

Il commissario tecnico della nazionale ed ex allenatore nerazzurro: “In Inghilterra si vive tutto diversamente. I calciatori italiani stanno migliorando”

di Pasquale Formisano, @Formigoal

Inter-Juve è stata sicuramente una gara che ha rappresentato un bello spot per il calcio italiano, ma per la crescita globale del movimento adesso bisogna raggiungere risultati importanti anche per quanto riguarda le nazionali. A tal proposito l’attuale commissario tecnico della squadra azzurra Roberto Mancini, ex allenatore dell’Inter, ha parlato dei passi in avanti del movimento calcistico italiano, della sfida di ieri di San Siro, spezzando una lancia sullo sfogo di Antonio Conte, che attualmente siede su quella che una volta era la sua panchina:

SU INTER-JUVE – “Come al solito Inter-Juve è stata una gara particolare, diversa dalle altre. In campo si è vista una partita intensa e con giocatori bravi; in generale devo notare che i calciatori italiani, soprattutto i ragazzi che stanno giocando con continuità, stanno migliorando molto. Possono avere futuro nelle squadre importanti”.

LO SFOGO DI CONTE – “Ogni paese vive il calcio in un modo diverso dall’altro. In Italia c’è tanta passione, ma questo spesso porta a una certa esagerazione, cosa in Inghilterra non accade mai. Se passi dal lavorare in Italia all’Inghilterra poi, quando torni indietro, ti rendi conto delle tante differenze. Negli ultimi dieci anni qui si sta esagerando tantissimo sul modo di vivere la gara. Non so con chi ce l’avesse Conte ma capisco benissimo il suo sfogo”.

BALOTELLI – Mancini ha poi detto la sua anche sulla condizione di Mario Balotelli, calciatore che proprio lui ha fatto esordire con la maglia dell’Inter nella stagione 2007/08: “Ho parlato con Mario, lo sto aspettando. A Napoli ha giocato molto bene ma ha bisogno di giocare ancora un numero considerevole di partite”.

SENSI –Sensi e Florenzi? Vedremo domani. Di Lorenzo è stato chiamato perché se lo merita. A centrocampo valuteremo: verrà richiamato Tonali dopo l’Under 21. Era già stabilito. Ma potremmo non chiamare altre persone per quella zona di campo”.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Spalletti dice sì al Milan, ecco qual è la strategia dell’Inter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy