GdS – E’ già l’Inter di Sensi: col Lugano il centrocampista si candida a leader nerazzurro. Diversi gli spunti per Conte

GdS – E’ già l’Inter di Sensi: col Lugano il centrocampista si candida a leader nerazzurro. Diversi gli spunti per Conte

Attacco ancora ingiudicabile, si attendono i rinforzi

di Lorenzo Della Savia, @loredstweet

Che l’Inter sia già l’Inter di Conte – non tanto nell’organico, ancora incompleto, quanto più in certi princìpi e in certe novità introdotte da subito dal tecnico salentino – ce lo si può aspettare. Che sia già l’Inter di Sensi, meno. Ma il sunto che La Gazzetta dello Sport fa dei lavori in corso in casa nerazzurra – dopo l’amichevole di ieri contro il Lugano – è proprio questo. 3-5-2, spunti quasi tutti positivi, Perisic apparentemente rinato nel nuovo ruolo a tutta fascia. E nuove dinamiche in mezzo al campo, con Sensi potenziale nuovo leader, con tanto di gol all’esordio.

Un centrocampo a cinque, con Brozovic a svolgere ruoli più centrali, e con Sensi spostato a sinistra. Discorso di fisicità: a Sassuolo, De Zerbi usava Sensi come mezzala, e il discorso all’Inter non dovrebbe variare di chissà quanto. Con giovamento anche di Brozovic: che sarà affiancato – a brevissimo – da Sensi e poi da Barella, e che risparmierà energie in più rispetto alla precedente collocazione spallettiana. Altri spunti da annotare: il movimento verso il centro di Sensi in fase di non possesso, in una sorta di 3-4-1-2. Insomma, qualcosa nel calderone di Conte già c’è: ora serve, magari, qualche attaccante. Un reparto che – dalla partita di ieri – naviga ancora nell’ingiudicabilità, se non altro per mancanza di soggetti da giudicare.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 1.000 interisti!

CdS – Icardi, calcio d’inizio allo scontro Juventus-Napoli: il giocatore preferisce i bianconeri, è guerra con l’Inter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy