ESCLUSIVA – Capozucca: “Pinamonti, soddisfatti per aver creduto in lui. Con l’Inter tante motivazioni indipendentemente dalla classifica”

ESCLUSIVA – Capozucca: “Pinamonti, soddisfatti per aver creduto in lui. Con l’Inter tante motivazioni indipendentemente dalla classifica”

Il dirigente del Frosinone ha parlato della sfida con i nerazzurri, in programma domenica prossima

di Raffaele Digirolamo

La sfida fra Frosinone ed Inter, in programma domenica sera al Benito Stirpe, sarà fondamentale per entrambe le compagini. La squadra di Luciano Spalletti, infatti, dovrà andare a caccia di punti per consolidare la terza posizione, mentre la formazione ciociara ha disperatamente bisogno di una vittoria per rimanere agganciata al treno salvezza. Intervenuto in esclusiva ai microfoni di Passioneinter.com, il consulente strategico del Frosinone Stefano Capozucca ha parlato con noi della partita.

Cosa vuol dire per il Frosinone giocarsi le ultime speranze di salvezza in una partita del genere?

“Le motivazioni sono importanti al di là della classifica e di quanto possano essere pesanti i tre punti, quando affronti l’Inter è normale che la gara si prepari da sola e quindi l’impegno è sempre al  massimo. Lo stadio sarà esaurito e tutti vorranno fare bene”.

Le due vittorie consecutive sembrano aver riacceso una flebile speranza. Questo Frosinone può ancora lottare per mantenere la categoria o il ritardo accumulato è ormai troppo?

“Noi abbiamo perso alcune fermate, passando anche un periodo non fortunato e giocando partite in cui abbiamo raccolto meno di quanto meritavamo, come contro Roma e Spal. Il merito di questa squadra è non aver mai mollato, e questo ci ha portato ai successi con il Parma e poi con la Fiorentina. Quindi dobbiamo finire con dignità e, senza fare calcioli né tabelle, giocare partita dopo partita. Sappiamo che serve un’impresa, ma ci proveremo”.

Se potesse togliere un giocatore agli avversari, chi sceglierebbe?

“Non è questione di trovarne uno, perché l’Inter ha un organico forte. Togli il singolo e poi ne rimangono altri importanti, potessi farlo ne selezionerei almeno otto o nove. La squadra è forte, anzi, oserei dire che ha una classifica che non merita, perché potrebbe essere più su”. 

Pinamonti è uno dei giocatori che più vi sta aiutando nella rincorsa. Cosa la rende orgoglioso di questo giocatore?

“In questo momento il ragazzo sta facendo un ottimo campionato, e questo è un motivo di soddisfazione sia per noi, che ci abbiamo creduto e siamo andati a prenderlo in estate, sia per l’Inter che si trova fra le mani un patrimonio importante”. 

Avete già iniziato a parlare con l’Inter del suo futuro?

“Adesso il Frosinone non può parlare né di Pinamonti né di altri giocatori, perché il destino è incerto. A fine stagione vedremo,  anche in base a quale sarà la categoria in cui saremo”.

La stagione dei nerazzurri è soddisfacente o si poteva fare di più? E chi vede favorita nella lotta Champions?

“Non giudico le stagioni altrui, posso solo dire che a mio parere l’Inter è inferiore solo alla Juventus, sicuramente non al Napoli. La squadra di Ancelotti e quella di Spalletti credo che non abbiano problemi, per la quarta posizione non escluderei il discorso Atalanta, perché sta giocando un calcio brillante. Non la escluderei insieme a Roma, Milan e Lazio”.

Per lei Spalletti merita la riconferma o per l’Inter è arrivato il momento di cambiare?

“Non voglio entrare in discorsi del genere, personalmente ho grande stima in Spalletti e lo ritengo un tecnico di livello. Poi non sono problematiche che mi coinvolgono, perché queste sono cose che bisogna vivere dall’interno, giudicare da fuori diventa difficile”.

ESCLUSIVA – El Jardinero Cruz: “Riguardo ancora la doppietta alla Juve: che emozione! San Siro è la storia, non abbattetelo. Icardi? A volte i social…”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy