Mancini: “Il mio calcio è quello delle 15. In Inghilterra è una tradizione giocare alle 12.30”

Mancini: “Il mio calcio è quello delle 15. In Inghilterra è una tradizione giocare alle 12.30”

L’ex tecnico della formazione nerazzurra ha commentato le recenti polemiche inerenti all’orario delle partite da giocare

mancini mazzarri

In una settimana che non vedrà protagonisti i calciatori in campionato per via della sosta per gli impegni con le Nazionali, a far parlare di se è la partita delle 12.30, oggetto di accesi dibattiti culminati con le frasi pronunciate da Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, dopo il match giocato contro l’Empoli proprio in quella fascia oraria, e preceduto da grandi polemiche per la scelta di consegnare proprio a quell’ora il destino del Derby di Milano del prossimo 15 aprile.

Intervistato dal Corriere dello sport, è intervenuto a riguardo anche l’ex allenatore dell’Inter Roberto Mancini, intervistato a margine di un evento organizzato da Panini ed Unicef: Il calcio a cui appartengo è quello delle partite alle 15. Per me è la fascia d’ora migliore: permette al maggior numero di tifosi di poter andare allo stadio, ed è anche la più diffusa di tutte. In Inghilterra si gioca da anni in quell’orario? Sì, però lì è un fatto legato a delle loro tradizioni”.

I NUMERI DI SCHICK, OBIETTIVO DI MERCATO DELL’INTER

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy