Atalanta-Inter, Spalletti (Sky): “Siamo ancora vivi. Noi squadra tecnica? Forse, ma dobbiamo dimostrarlo. Su Rafinha…”

Atalanta-Inter, Spalletti (Sky): “Siamo ancora vivi. Noi squadra tecnica? Forse, ma dobbiamo dimostrarlo. Su Rafinha…”

Il tecnico nerazzurro ha parlato nel post-partita di Bergamo

di Antonio Siragusano

Dopo una partita vissuta in panchina con molta agitazione, Luciano Spalletti si è presentato dinnanzi alle telecamere di Sky Sport per analizzare il pareggio della sua Inter contro l’Atalanta. Nonostante una partita non proprio soddisfacente, il tecnico di Certaldo non si comunque detto preoccupato in vista del finale di stagione. Ecco le sue dichiarazioni.

FILOTTO NEGATIVO –Secondo me sono state tre partite disputate in maniera corretta al di là del primo tempo oggi, però poi la squadra ha tentato di fare la partita dove ha sfruttato male alcune situazioni perché non è riuscita a far prevalere la sua qualità e viene fuori il risultato così. Però la squadra è viva, da ultimo ha creato anche le occasioni. A me non preoccupa niente, che mi deve preoccupare? Noi si va a giocare e si tenta di vincere come fatto oggi. Le occasioni da gol a noi le hanno risicate, l’Atalanta salta addosso a tutti, per cui c’è da giocare su qualche velo, qualche occasione dove deve venire fuori un tocco di qualità, queste così qui. Ci avevano fatto fare un po’ di fatica nel primo tempo, abbastanza bene nel secondo, sintomo che la squadra ha fatto totalmente quello che si doveva fare”.

LA PARTITA – “Nei primi 10′ hanno visto che eravamo a 5, se Cancelo rimaneva basso, Skriniar giocava basso su Barrow. Se Cancelo attaccava, Srkiniar faceva il quarto su Gomez. Il modulo? Abbiamo fatto fatica a capirlo, ma ne avevamo parlato. Loro hanno continuato a pressarci ugualmente perchè sono una squadra forte, diventava difficile aprire degli spazi. Molte palle vanno giocate addosso alle prima punta come hanno fatto loro e reggere palla lì con l’appoggio dietro, ci sono spazi e possibilità.All’inizio della partita nessuno faceva movimento per prendere palla, loro sulla trequarti giocavano con i due braccini, trovavano lo spazio per prendere la palla ed appoggiarla sulla prima punta. Loro in questo son maestri, fanno questo soprattutto. Poi iniziavamo le azioni in maniera troppo timida, questi tempi di giocata sui piedi. Gli si faceva leggere che ci potevamo venire a giocare addosso e poi c’è da fare qualcosa in velocità pere reggere dal punto di vista fisico. Siamo una squadra tecnica? Secondo me si può migliorare sotto l’aspetto della tecnica, sbagliamo troppi palloni. Siamo una squadra tecnica, ma bisogna giocarla. Il fattore caratteriale diventa importante, sapersi prendere responsabilità su un campo importante dove tutti ti urlano. Quando siamo riusciti a scambiare sulla trequarti abbiamo avuto possibilità clamorose”.

RAFINHA – “Rafinha? secondo me gli dispiaceva, un ragazzo come lui può reagire come vuole. E’ talmente professionista che può reagire come gli pare. Gli è dispiaciuto di questo tiro sbagliato, della palla giocata male a Cancelo”.

+++ LE PAGELLE DI ATALANTA-INTER: MIRANDA DOMINATORE, MALE SANTON +++

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di Passioneinter.com

PERISIC, QUANTI GOL D’AUTORE! ECCO LA TOP10 DELLE RETI DEL CROATO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy