CdS – Allenamenti come finali, nuovo modulo e la cura Spalletti: ecco come è rinato Joao Mario

CdS – Allenamenti come finali, nuovo modulo e la cura Spalletti: ecco come è rinato Joao Mario

Il centrocampista portoghese va verso un’altra maglia da titolare contro l’Atalanta

di Raffaele Caruso

Radja Nainggolan in panchina, Joao Mario titolare. Fino a due settimane fa non ci avrebbe creduto nemmeno il tifoso nerazzurro più ottimista: il centrocampista portoghese, rispolverato in occasione della sfida contro la Lazio, ha convinto sia contro i biancocelesti sia nel turno successivo contro il Genoa e vista la condizione fisica non al top del Ninja potrebbe domani ritrovare la terza maglia da titolare consecutiva in campionato.

Come sottolineato dal Corriere dello Sport, le gerarchie non si sono ribaltate in casa Inter ma il campione d’Europa del 2016 si è fatto trovare sempre pronto quando è stato chiamato in causa. Una buona parte dei meriti va attribuita a Spalletti, capace di lavorare sulla mente dei calciatori, a motivarli e farli sentire importanti anche quando non scendono in campo. Joao Mario, escluso dalla lista Uefa, ha solo il campionato per ritagliarsi uno spazio e per mostrare le proprie qualità: così gli allenamenti ad Appiano sono diventati delle finali di Champions League. Il 4-3-3 ideato da Spalletti lo aiuta molto: il portoghese ora riesce ad abbinare qualità nel palleggio corsa, senso del gol e intelligenza tattica.

LEGGI ANCHE – L’INTER NON E’ PIU’ ICARDI DIPENDENTE: NASCE LA COOPERATIVA NERAZZURRA DEL GOL

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

VIDEO – “120 milioni per il Real, 140 per il Barcellona”. Skriniar ascolta le parole di Spalletti e risponde così

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy