Facchetti Jr: “La fascia porta delle responsabilità, Icardi ha sbagliato. Su Mancini e il mercato..”

Facchetti Jr: “La fascia porta delle responsabilità, Icardi ha sbagliato. Su Mancini e il mercato..”

Il figlio delle Leggenda nerazzurra parla a ruota libera di Icardi, Mancini, Suning e mercato

intervista facchetti

Suo padre è stato uno dei grandi Capitani della storia dell’Inter e oggi suo figlio, Gianfelice Facchetti, dice la sua sulla questione Icardi.

Ecco le parole rilasciate a Sky Sport24: “Non conoscendolo di persona non mi permetterei di dirgli nulla. Da tifoso mi aspetterei atteggiamento diverso in una fase così delicata non è il modo di chiedere il rinnovo in questa fase soprattutto perché è un capitano. C’è un tempo per chiedere l’adeguamento, ma c’è un momento di caricarsi sulle spalle la squadra in un momento delicato. Sono responsabilità che hanno quelli che portano la fascia, quello definisce un ruolo altrimenti si farebbe come tra amici, una volta ciascuno. Ha toppato nei modi e nei tempi. Questo non vuol dire che non ci sia nulla di sanabile o conciliabile, ma tutto deve partire da un riconoscimento di uno sbaglio da parte sua“.

Facchetti Jr si sofferma poi su Mancini: “Probabilmente è difficile esternare e trovare conclusioni in una fase in cui sta cercando di capirci anche lui in una società che è in cambiamento. Mancini ha diversi interlocutori ed è da prendere questo silenzio per quello che è, ma si deve lavorare, ci tiene perché la squadra prenda forma e quindi bisogna concentrarsi sul calcio giocato più di quello parlato. Lui fa l’allenatore e vorrebbe concentrarsi sul campo e basta“.

Si passa poi a parlare del Suning, nuovo proprietario dell’Inter: “Difficile giudicare da fuori. La tempistica di tutto questo cambiamento non era in sintonia con i tempi di programmazione della stazione. E’ successo ma servirà a fare le basi per il futuro. Si sapeva che il club avrebbe avuto le mani legate in questa sessione. Si stanno prendendo le misure all’inizio di una nuova stagione. Prendere una posizione netta davanti ad una dimostrazione di supponenza del suo capitano sembra una dimostrazione di forza. Hanno fatto capire che una società c’è e sta prendendo possesso del suo ruolo. E fa capire che non ci si può essere nessun ricatto da parte di alcun agente, chiunque sia. E’ un modo per dare un segnale di presenza“.

Infine un pensiero sul mercato: “La squadra è migliorata. Con la partenza di Juan Jesus qualcosa manca in difesa, ma quello che è stato fatto finora dà i presupposti per fare in modo che la squadra faccia un altro passo verso la parte alta della classifica“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy