Fuori Jovetić? Mancini pronto a rilanciare con due innesti…

Fuori Jovetić? Mancini pronto a rilanciare con due innesti…

Il borsino di chi sale e chi scende nelle gerarchie del Mancio mentre si procede alla preparazione della sfida con la Sampdoria

Commenta per primo!
allenamento empoli-inter

L’infortunio di Stevan Jovetić – è stato confermato oggi dal dottor Volpi – terrà fuori il montenegrino dall’impegno contro la Sampdoria e quindi Mancini sta già pensando alle mosse che dovrà fare per ovviare all’assenza del suo numero 10. A oggi, secondo la redazione di Sky, il tecnico jesino starebbe pensando principalmente ad Adem Ljajić: la presenza del talentuoso serbo dovrebbe ricondurre la squadra a un non inedito 4-3-3, già visto all’inizio della sfida contro l’Hellas Verona – e poi ricorretto in un 4-3-1-2 in corso d’opera.

L’ex Fiorentina e Roma, probabilmente quindi preferito a un Palacio apparso ancora lontano dalla sua abituale condizione, agirà da dirimpettaio di Ivan Perišić e la coppia slava supporterà in avanti Mauro Icardi, autore di due gol in campionato sin qui e ansioso di trovare nuovamente la via della rete. La simultanea presenza del croato e del serbo consentirebbe a Mancini di invertire a piacimento gli esterni lungo il corso della gara e il mister ex Manchester City starebbe pensando a bilanciare un modulo così offensivo con il reintegro tra i titolari di Juan Jesus, meno dotato di Alex Telles in fase di spinta ma più affidabile in copertura, specialmente se davanti al brasiliano dovesse trovare posto proprio Ljajić, più attaccante rispetto a Perišić, e quindi più soggetto a “dimenticanze” relativamente ai compiti difensivi. Il numero 5 nerazzurro era già in panchina contro la Fiorentina e la sfida di Marassi contro la Sampdoria potrebbe essere quella del suo definitivo rientro in squadra.

In mezzo al campo dovrebbe essere confermato il terzetto pesante composto da Guarín, Felipe Melo e Kondogbia (Brozović ancora verso la panchina, a quanto pare) mentre in difesa si va verso la riproposizione della coppia Medel-Murillo, soprattutto considerando i miglioramenti recenti fatti registrare dal colombiano. Per la panchina sono pronti Biabiany (possibile subentrante se si dovesse effettivamente giocare col 4-3-3), Gnoukouri e Ranocchia, convinto fino in fondo di cercare di convincere Mancini a sceglierlo come partner di Medel vista la squalifica di Miranda e le comunque non certe condizioni di Murillo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy