Inter, è arrivata l’ora della verità: l’Atalanta e Gasperini sulla strada che porta alla Champions. Icardi, tocca a te

Inter, è arrivata l’ora della verità: l’Atalanta e Gasperini sulla strada che porta alla Champions. Icardi, tocca a te

La partita in programma questa sera all’Atleti Azzurri d’Italia rappresenta uno step importantissimo per il campionato dei nerazzurri

di RaffaeleCaruso

A sette giornate dalla fine del campionato, i margini d’errore sono ridotti a zero per l’Inter di Luciano Spalletti:  le opportunità sono sempre di meno e vanno sfruttate se si vuole entrare in Champions. Con una vittoria a Bergamo, i nerazzurri tornerebbero tra le prime quattro posizione in virtù del derby di Roma in programma domenica. Una sconfitta potrebbe invece aprire una pericolosa crisi, almeno a livello di risultati. Il pareggio serve a poco. Insomma, è la gara della verità in casa Inter.

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, la condizione fisica, il gioco e l’apporto di Rafinha sono i fattori che più di tutti regalano ottimismo al pubblico nerazzurro. Il brasiliano torna titolare, e con lui in campo l’Inter aumenta sensibilmente in imprevedibilità e personalità. È l’uomo «diverso» dalla trequarti in avanti: garanzia d’ordine in mezzo al campo, trampolino ideale per Icardi e gli esterni offensivi. Al di là dei risultati, le ultime quattro gare hanno evidenziato in generale un netto cambio di marcia con la squadra a tratti straripante per corsa, potenza e occasioni ­gol. Sfide senza storia a Marassi, contro la Samp, e in casa col Verona. Inter devastante anche nel derby: quasi il 56% di possesso palla nei 90’ (58,3 nella ripresa), un gol annullato per un fuorigioco impercettibile di Icardi, quindi altre due clamorose palle ­gol letteralmente divorate dal 25enne argentino. Infine, la recente trasferta di Torino, sconfitta parecchio difficile da spiegare in maniera logica per quello che si è visto sul campo.

Le insidie per l’Inter sono dietro l’angolo. Una sola vittoria nelle ultime otto gare esterne per la banda Spalletti. Scarsissimo feeling poi con lo stadio di Bergamo: l’ultima vittoria risale al febbraio 2015, quattro pareggi e tre sconfitte nelle ultime otto visite all’Atleti Azzurri d’Italia. A preoccupare molto c’è anche il fattore Gasperini: l’ex tecnico nerazzurro, in casa batte l’Inter da quattro stagioni consecutive. Altri problemini: assente Brozovic (squalificato), di fatto l’uomo della svolta nell’ultimo mese nerazzurro; Icardi a secco e sprecone da 221’ (l’ultimo centro al 4’ della ripresa contro il Verona). Facile aspettarsi un Maurito furioso: riparte da 24 gol in questo campionato, 105 in Serie A fra Samp e Inter. Solo attraverso i suoi gol l’Inter può di fatto ritrovare l’Europa che conta.

LEGGI ANCHE –> ATALANTA-INTER, LE PROBABILI FORMAZIONI – DUBBIO CANDREVA: KARAMOH DAL 1′?

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di Passioneinter.com

PERISIC, QUANTI GOL D’AUTORE! ECCO LA TOP10 DELLE RETI DEL CROATO

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy