Pagelle, Inter-Juventus 0-0: Jovetic faro, Medel bestiale

Pagelle, Inter-Juventus 0-0: Jovetic faro, Medel bestiale

intervista melo

Termina 0-0 il derby d’Italia tra Inter e Juventus: primo tempo di marca nerazzurra con Brozovic che centra la traversa con un destro a giro. Nella ripresa è la Juventus ad imporre il suo gioco ma prima Handanovic e poi il palo dicono no alla squadra di Massimiliano Allegri. Gustatevi ora le pagelle di Inter-Juventus.

Le pagelle e i voti di Inter-Juventus

HANDANOVIC: 6 – Bene quando si tratta di difendere la propria porta, male quando si deve impostare, sembra avere la tremarella alle gambe costante. INSICURO.
SANTON: 6 – Partita difensiva per il laterale nerazzurro, poco propositivo in fase offensiva. SUFFICIENTE.
MIRANDA: 7 – Difensore di altro livello, sempre al punto giusto nel momento giusto. Non molla di un centimetro e trasuda esperienza. MONUMENTO.
MURILLO: 6,5 – Svarioni colossali e tante buone cose, giovane e sfrontato, anche in alcuni disimpegni. Il ragazzo si farà, si dice, ma la base è già ottima. POSITIVO.
JUAN JESUS: 6 – Cuadrado è una brutta gatta da pelare ma se la cava bene, a tratti soffre il colombiano ma è in crescita. CONCENTRATO.
MELO: 6 – L’ammonizione dopo pochi secondi lo condiziona e rischia successivamente moltissimo su un intervento in scivolata, solita grinta e pochi fronzoli. CONCRETO.
GUARIN (dal 19′ st): 6 – Non incide sulla gara, deve difendere la porta nel momento in cui il centrocampo è sovrastato. SENZA INFAMIA E SENZA LODE.
MEDEL: 7,5 – Gioca a tutto campo e non sbaglia un colpo, dove lo metti sta, altra grande prestazione. BESTIALE. KONDOGBIA (dal 47′ st): sv
BROZOVIC: 6 – Troppo discontinuo, a tratti si addormenta, a volte ha il guizzo, come il tiro che si stampa sulla traversa grazie (o per colpa) della mano di Buffon. ALTALENANTE.
PERISIC: 6,5 – Quando punta l’avversario lo salta, il problema è che prende poche iniziative. Non è un trequartista, non schierarlo come ala è un delitto. IN CRESCITA.
JOVETIC: 7,5 – Un fallo subito al secondo, non lo vedono ma lui sente tutte le botte dei bianconeri. E’ la luce di questa squadra, il faro che può accendere il match in qualsiasi momento. Gli manca solo il gol. CHAPEAU. PALACIO (dal 46′ st): sv
ICARDI: 5,5 – Isolato in avanti e non è una novità, ma ci mette anche del suo. APPANNATO.
MANCINI: 6 – La vittoria sarebbe stato un segnale importante. Primo tempo da grande squadra, secondo tempo da provinciale, deve lavorare sulla testa dei suoi e sulla concentrazione. Cambi troppo tardivi, che senso ha il doppio cambio all’ultimo minuto? STRAVAGANTE.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy