Mancini: “Resto all’Inter anche l’anno prossimo. Domani gara importante ma non decisiva”

Mancini: “Resto all’Inter anche l’anno prossimo. Domani gara importante ma non decisiva”

Le parole del tecnico nerazzurro alla vigilia della delicata trasferta di Firenze

Commenta per primo!
Mancini

Vigilia di campionato infuocata per l’Inter di Roberto Mancini. Ad attendere la compagine nerazzurra c’è l’insidiosa trasferta di Firenze, in programma domani alle ore 20.45 in un ‘Franchi’ che si preannuncia tutto esaurito. Match che vale tre punti, ma anche il terzo posto in classifica, ultimo pass per la prossima Champions League.

“Problemi con Thohir? No, assolutamente, siamo in perfetta sintonia – commenta il tecnico nerazzurro nella consueta conferenza stampa di presentazione della gara – Come ha già detto il presidente, siamo in linea con gli obiettivi che ci siamo prefissati ad inizio stagione. Forse la grande partenza di inizio campionato ci aveva un pochino illuso. Per domani ci basta vincere 1-0″.

Quanto è importante la presenza di Thohir prima di Fiorentina-Inter?
“La sua presenza è molto importante, siamo in un momento decisivo della stagione e lui ci aiuta. Non sarà decisiva domani, ma sarà molto importante. In ogni caso io e il presidente ci sentiamo spesso, circa 2-3 volte a settimana”.

Momento critico alle spalle?
“A volte certi episodi cambiano le partite. La squadra sta bene e, nonostante il 3-3 di Verona, la squadra ha fatto bene e meritava di vincere. Ho sensazioni positive per domani, anche se sarà difficile perché la Fiorentina gioca bene”

Gli incontri con gli arbitri servono realmente?
“Se vengono fatti per cambiare davvero qualcosa, ben vengano”

Domani inizia un nuovo campionato per voi?
“Non dobbiamo ripartire, abbiamo fatto bene fino a questo momento. All’andata abbiamo fatto molto di più delle previsioni. Ho sempre detto che ci sono squadre più attrezzate, ed è la verità, ma voglio continuare a lottare. Il nostro obiettivo è sempre quello della qualificazione in Champions League”

Domani che cosa ti aspetti?
“Contro il Verona c’è stata molta casualità, abbiamo subito tre gol su calci piazzati, ma dobbiamo continuare così. Dobbiamo commettere meno errori, sicuramente, perché la Fiorentina può metterti in difficoltà”

La Roma è tornata nelle zone alte di classifica: come vedi la corsa per la Champions League?
“Al momento ci sono tre squadre che lotteranno, poi c’è il Milan che è a soli 5 punti”

E’ un vantaggio il fatto che le altre squadre giocheranno le coppe?
“Speriamo di essere ancora lì fino alla fine, noi dovremo essere bravi ad approfittare di eventuali passi falsi delle nostre avversarie”

Ci sono alcuni uomini dai quali si aspettava un impatto migliore?
“Cambiando così tanto non è stato facile, e all’inizio è andata benissimo. Ora qualcosa abbiamo pagato, ma i giocatori hanno fatto tutto il necessario”

Avete lavorato molto sulle palle inattive, visti i tanti gol presi ultimamente?
“Miranda servirà tantissimo, ma per cinque mesi non abbiamo subito gol su calcio piazzato. A Verona è stato un caso, il brasiliano ci aiuterà. Su questo aspetto lavoriamo sempre”

Dubbi per la formazione di domani?
“Nessun dubbio. Giocheranno Allegri, Sarri, Paulo Sousa, Pioli, Donadoni, Gasperini e Delneri (ride, ndr). Giocherà sicuramente Handanovic, ma ormai avete capito”

Perisic, Eder e Biabiany possono essere decisivi domani?
“La Fiorentina può prendere dei gol perché cercano di imporre il proprio gioco”

Si dice sia ormai stanco dell’Inter: cosa può dire in merito?
“Non leggo molto, non posso smentire cose non vere. In Inghilterra c’è il campionato più bello del mondo”

Resterà all’Inter nella prossima stagione?
“Si, resterò all’Inter nella prossima stagione. Sempre che non mi mandino via! (ride, ndr)”

Come sta Icardi?
“Benissimo, ha avuto un piccolo problema ma nulla di particolare”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy