Pioli e l’Inter: tra il sogno Champions e l’obbligo Europa League

Pioli e l’Inter: tra il sogno Champions e l’obbligo Europa League

I nerazzurri sono a -8 dal terzo posto ma non vogliono mollare, anche per tenere a distanza le inseguitrici

di Francesco Gallone, @gallooone

Dovevano essere 10 finali da vincere per tenere vivo il sogno Champions League ma la trasferta di Torino (campo sul quale ha vinto solo la Juventus) ha portato solo 1 punto e qualche segnale di stanchezza. Se da un lato il colpo grosso europeo è quasi del tutto sfumato, dall’altro bisogna guardarsi le spalle per non scivolare sotto al quinto posto e perdere il pass per l’Europa League, obiettivo minimo stagionale. A tal proposito, La Gazzetta dello Sport scrive: “Del 2-2 dell’Inter a Torino hanno approfittato l’Atalanta e il Milan, ma non la Lazio, fermata a Cagliari. I nerazzurri restano quinti in classifica (in virtù degli scontri diretti con i bergamaschi) e adesso si preparano ad affrontare un mese di aprile con 5 incontri, 3 dei quali (consecutivi) contro Milan, Fiorentina e Napoli. Saranno questi i match nei quali Icardi e compagni dovranno, al di là del piazzamento finale in classifica, confermare il percorso di crescita che l’Inter ha imboccato nelle ultime 2 stagioni. Dopo l’ottavo posto con 55 punti del 2014-15, lo scorso anno i nerazzurri hanno chiuso quarti con 67 punti e nel 2016-17 l’obiettivo è tornare a superare quota 70 punti, un traguardo che non viene più raggiunto dal 2010-11 quando Leonardo si piazzò secondo con 76 punti”.

MOU E CONTE QUASI ALLE MANI, IL 4° UOMO LI SEPARA A FATICA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy