Presentazione delle Giovanili nerazzurre, Samaden: “Settore Giovanile al centro del progetto”

Presentazione delle Giovanili nerazzurre, Samaden: “Settore Giovanile al centro del progetto”

È andata in scena questa sera la presentazione del Settore Giovanile dell’Inter alla presenza del presidente Erick Thohir e delle più alte cariche del club

intervista samaden

Si è tenuta oggi, presso l’Atahotel Expo Fiera di Pero, la presentazione del Settore Giovanile nerazzurro. Ad aprire la serata il direttore Roberto Samaden“Ringrazio tutti per essere venuti, abbiamo riunito qui tutto il mondo del Settore Giovanile. L’idea di questa serata è nata durante la tournée negli Stati Uniti, quando a New York è stato presentato l’organigramma del Settore Giovanile. Oggi la nostra squadra è composta da 216 persone che lavorano quotidianamente con i nostri ragazzi. Parlando con il presidente Erick Thohir e con Michael Bolingbroke abbiamo ritenuto opportuno cominciare la nuova stagione con la presentazione di tutte le aree. Questo è un grande segnale da parte di tutta la societa ed è la conferma di quanto il Settore Giovanile sia al centro del progetto. Qui ci sono tutti i rappresentanti del nostro mondo, anche di Inter Academy e di Inter Campus, che testimoniano la crescita incredibile della nostra realtà”.

La parola passa poi al CEO Michael Bolingbroke: “In qualità di amministratore delegato è un privilegio essere qui, sono veramente orgoglioso di essere al vertice di un club con un Settore Giovanile riconosciuto come uno dei più importanti e vittoriosi in Europa. Dovete essere fieri ogni giorno del lavoro che viene portato avanti”.

Non poteva mancare il messaggio del vice presidente Javier Zanetti: “Ormai faccio parte di questa società da 21 anni. L’Inter mi ha dato qualcosa di straordinario e ho identificato quattro valori che contraddistinguono questo club. In primis la famiglia, perché siamo una grande famiglia e questa serata ne è la testimonianza. Poi la globalità, perché siamo internazionali e questo aspetto fa parte della nostra identità. L’Inter poi è sociale, vogliamo essere vicini a tutti e per questo nel 1997 è nato Inter Campus, che attraverso sport ed educazione dà la possibilità a tutti i bambini di crescere; l’Inter è anche saper soffrire, e lo dimostra la vittoria di ieri, un successo importante e voluto. In tutti questi anni il nostro Settore Giovanile ha ottenuto grandi trionfi ed è merito sorpattutto del vostro lavoro”.

Tra gli applausi arriva anche il presidente Erick Thohir, accompagnato Steven Zhang a rappresentanza di Suning Group e dal consigliere nerazzurro Nicola Volpi: “Siamo onorati di essere qui perché per noi il Settore Giovanile è molto importante. Negli ultimi anni l’Inter ha investito per far sì che il progetto crescesse. Abbiamo investito nella struttura del centro sportivo ‘Angelo Moratti’, costruendo dei campi per la Primavera. Abbiamo investito in Inter Academy, un progetto che sta esportando la nostra filosofia in tutto il mondo. La nostra convinzione è che l’Inter è parte della società e della vita di tutti i giorni. Per questo è importante che il club creda nei giovani e creda in Inter Campus per trovare il giusto bilanciamento tra sport e comunità. Ecco perché continuo a insistere con il nostro management affinché continui a sostenere questo progetto, fondamentale per il nostro club. Siamo molto felici per quello che c’è oggi ma non vuol dire che ci fermeremo perché vogliamo insistere e costruire il miglior Settore Giovanile del mondo. Tra le sfide che ci aspettano nei prossimi due anni c’è sicuramente la costruzione di un centro allenamenti per il Settore Giovanile. È un sogno che tutto il management condivide e che deve essere un obiettivo per il futuro. Voglio condividere con voi anche i valori dell’Inter. Noi crediamo nel gioco di squadra, dobbiamo essere solidi e trasparenti, dobbiamo avere equilibrio nella gestione della società e riservatezza. Il Settore Giovanile ha successo perché abbiamo una formula magica, ovvero lavoriamo insieme per supportare il progetto. Io sono qui per ricordarvi una volta di più quanto crediamo in voi. È importante lavorare come una squadra e il risultato della partita di ieri sera contro la Juventus lo dimostra”.

Chi conosce bene il Settore Giovanile nerazzurro e la sua grande abilità nel crescere uomini e professionisti è Marco Andreolli: “Ringrazio il direttore Roberto Samaden per avermi coinvolto in questa serata. È un onore essere qui a raccontare il mio percorso. Credo che la mia storia sia la testimonianza del lavoro straordinario fatto dal nostro Settore Giovanile. Ci sono tante persone che lavorano magari dietro le quinte ma sono fondamentali per tutti i ragazzi che entrano a far parte di questa società. La cosa più imporatnte è la crescita, non solo dal punto di vista professionale ma anche sotto l’aspetto umano”.

In chiusura una sorpresa per Gianfranco Matteoli, rientrato nella famiglia nerazzurra con il ruolo di osservatore per il Settore Giovanile: “Per me è una grande emozione tornare qui. Quella che ho vissuto all’Inter è stata un’esperienza favolosa e spero di fare qualcosa di importante anche in questa mia avventura”.

Sul palco Matteoli ha ricevuto da parte di Francesco Toldo il benvenuto nella squadra di Inter Forever: “Abbiamo tanti grandi nomi nel nostro team, ma la qualità di Gianfranco sarà importante (sorride, ndr). Colgo l’occasione per aggiungere anche i miei complimenti per il lavoro che viene fatto quotidianamente con i nostri giovani. Le persone che sono qui hanno delle qualità tecniche e umane straordinarie e da genitore so quanto sia importante”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy