Ravezzani: “Icardi? Chi si rifiuta di tornare in campo con la squadra decimata, non è un capitano e non lo sarà mai”

Ravezzani: “Icardi? Chi si rifiuta di tornare in campo con la squadra decimata, non è un capitano e non lo sarà mai”

Nel ritorno degli ottavi di Europa League, l’Inter non avrà Lautaro Martinez per squalifica. Con l’assenza di Icardi, Spalletti sarebbe senza attaccanti di ruolo

di Paolo Messina

Polemiche ce ne sono e non cesseranno facilmente. Il flusso delle critiche verso Mauro Icardi è, per certi versi, più che comprensibile. Il caso scoppiato alla vigilia di Rapid Vienna-Inter ha solo danneggiato non poco la carriera dell’attaccante e indebolito i nerazzurri. Si può dire che il gruppo ne sia uscito rinforzato da questa situazione, ma quando in campo non hai l’uomo che, in un modo o nell’altro, ti risolve le partita, si sente. La squadra ha bisogno di Maurito esattamente come l’argentino ha necessità di rientrare nei ranghi. Farlo nel momento in cui si è in emergenza, sarebbe l’atto più vero e concreto per dimostrare di avere a cuore le sorti del club.

In attesa di capire se almeno per la prossima settimana Icardi verrà riarruolato e convocato per i delicatissimi impegni, le opinioni dentro e fuori dal mondo Inter non mancano. Questo pomeriggio è il turno di Fabio Ravezzani. Il collega ha espresso il suo pensiero attraverso Twitter: “Comunque un calciatore che si rifiuta di tornare in campo con la sua squadra decimata da infortuni e squalifiche, non è un capitano, non lo era, e non lo sarà mai. Qualunque sa la ragione che lo spinge a farlo”.

Sky – Perisic non si allena, difficile vedere Icardi in campo con la Spal

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy