Riecco Stramaccioni: “Kovačić lo strappammo proprio al Real. La cessione? Mateo vale quei soldi”

Riecco Stramaccioni: “Kovačić lo strappammo proprio al Real. La cessione? Mateo vale quei soldi”

Torna a parlare di Inter e di Mateo Kovačić l’ex allenatore nerazzurro, Andrea Stramaccioni. Dagli studi di FoxSportsStrama ha ricordato cosa accadde quando il Biscione piombò sul talento croato, nel gennaio del 2015: “L’intervento di Moratti fu fondamentale perché sul ragazzo – già allora – c’era proprio il Real Madrid. Io lo volevo fortemente ma c’era un accordo pregresso coi Blancos per il termine della stagione allora in corso e quindi l’ok del presidente fu necessario per completare la trattativa al meglio e portare il ragazzo a Milano immediatamente“.

Penso che Kovačić abbia delle qualità indiscutibili e sia un talento straordinario; qui in Italia s’è spesso dimenticata la questione dei suoi dati anagrafici: parliamo di un ragazzo del 1994, ancora giovanissimo, che due anni e mezzo fa era ancora più inesperto. Se non è un giocatore del tutto formato oggi, figuriamoci allora! Il ruolo? Io continuo a dire che per me Mateo dà il meglio di sé da interno in un centrocampo a tre, specialmente in un contesto di 4-3-3 ma credo possa dire la sua anche giocando a sostegno di una punta. Cifra esagerata per lui? Il Real Madrid è sempre il Real Madrid e se decide di spendere una quantità di soldi notevole come quella sborsata per Kovačić si può star certi che il giocatore vale davvero questa somma. Molto raramente a Madrid sbagliano mosse di mercato di questa portata, penso che sappiano sempre cosa stanno facendo” ha chiosato Stramaccioni, primo sponsor presso Moratti nonché mentore di Kovačić quando sbarcò in Italia, verso la fine del calciomercato invernale del 2013.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy