Mancini: “Ljajic è straordinario, ma ha una testa che ogni tanto bisognerebbe dargli un cazzotto”

Mancini: “Ljajic è straordinario, ma ha una testa che ogni tanto bisognerebbe dargli un cazzotto”

Roberto Mancini parla in conferenza stampa dopo Inter-Palermo, terminata sul punteggio di 3-1. Passioneinter.com ha raccolto in diretta le parole del tecnico nerazzurro

Commenta per primo!
Mancini

Roberto Mancini si presenta alla conferenza stampa post Inter-Palermo 3-1, dove sono presenti anche i microfoni di Passioneinter.com. Ecco come ha risposto al tecnico alle domande dei giornalisti presenti:

Come sta Jovetic?
Jovetic ha avuto un problema al polpaccio settimana scorsa, poi ha ripreso ma ieri ha sentito un leggere fastidio. Ha un muscolo fastidioso, quindi bisogna valutare bene prima di rimetterlo in campo.

La partita con la Roma è decisiva?
Con la Roma sarà importante se battiamo il Bologna, quindi è più importante la partita di sabato prossimo.

Molti tifosi hanno apprezzato la prova di Palacio. Il suo commento?
Palacio è straordinario: conosce il calcio, sa muoversi in tutti i settori del campo, ha esperienza. E’ normale apprezzare un giocatore così.

Quanto si è arrabbiato sul gol del Palermo?
Non mi sono arrabbiato sul gol del Palermo perché è stato un errore. Mi sono arrabbiato con Ljajic quando non ha passata la palla a Perisic, sarebbe stato il gol del 3 a 0. Ljajic è un giocatore straordinario, ma ha una testa che ogni tanto bisognerebbe dargli un cazzotto. E’ così. E’ un giocatore fantastico, ma deve crescere caratterialmente.

Quanto è stata determinante la gara di Coppa Italia per cambiare l’Inter?
Non penso che l’Inter sia svoltata dopo mercoledì, già prima non avevamo giocato male. A Torino in campionato ci hanno condannato anche gli episodi. Poi certo la partita di Coppa Italia ci ha aiutato a ritrovare fiducia.

Eder può giocare anche in questo modulo, come attaccante esterno?
Eder non ha giocato solo perché mercoledì è uscito con un problema all’adduttore. Non ho voluto rischiare per non perdere un giocatore come Eder, che non ha segnato ma che ha sempre offerto grandi prestazioni.

Brozovic ha le potenzialità per diventare un giocatore alla Stankovic?
Brozovic è della stessa estrazione di Ljajic, sono due giocatori fantastici ma hanno lo stesso problema. Brozovic è più giovane e ha dei margini pazzeschi, ma entrambi possono fare la differenza in ogni partita. E’ già un grande centrocampista e lo potrà diventare ancora di più.

La prestazioni di oggi è stato più merito dell’Inter o demerito del Palermo?
Il Palermo sta attraversando un momento di difficoltà. Ma io credo che l’Inter lo abbia messo in difficoltà all’inizio e il doppio vantaggio ha indirizzato la gara. Loro hanno qualità, Iachini è un mio amico e quindi spero che il Palermo possa salvarsi.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy