Pagelle, Verona-Inter 0-3: Palacio è un furetto e con Handanovic non si passa

Pagelle, Verona-Inter 0-3: Palacio è un furetto e con Handanovic non si passa

Commenta per primo!

Pagelle Verona-Inter: i voti dei nerazzurri

HANDANOVIC: 8 – Partita tranquilla, fino ai due guizzi, sul tiro al volo di Obbadi e sulla deviazione di Juanito Gomez. Sull’ennesimo rigore parato, ancora una volta a Toni come all’andata, non ci sono più parole ed elogi. Se l’Inter vuole lottare per lo scudetto l’anno prossimo non può prescindere da campioni del genere. IMMENSO.

D’AMBROSIO: 7,5 – Corre tantissimo, in una delle migliori partite in nerazzurro, bene sia in fase difensiva che in fase offensiva, peccato perché se lucidasse meglio il piede e sfornasse cross migliori potrebbe essere un’arma addirittura micidiale. INARRESTABILE.

RANOCCHIA: 6,5 – Concentrato e determinato, è attento in fase difensivo e pericoloso in fase offensiva. Buona risposta alle tante critiche. LUCIDO.

VIDIC: 6 – Partita ordinata e pulita fino all’assalto finale del Verona, dove commette una grossa ingenuità sul rigore che potrebbe riaprire tutto. Si perde in un bicchiere d’acqua spesso e volentieri, perché? REBUS.

JUAN JESUS: 6 – Soffre maledettamente Jankovic nel primo tempo e si fa anche ammonire come da copione. Cresce alla distanza, indovinando anticipi e tempi di chiusura. DOUBLE FACE.

MEDEL: 7 – E’ quello più a rischio ammonizione visto il ruolo ma è il più saggio di tutti. Tanta legna e tanta concretezza, è ovunque e corre con tanta intelligenza. POSSENTE.

GNOKOURI (dal 35′ st): sv

BROZOVIC: 5,5- Ingenuo per l’ammonizione che gli costerà il derby, spaesato e sottotono in generale nella serata in cui tutti danno il massimo. Può dare molto ma molto di più. SPENTO.

GUARIN: 6 – Come sopra, si fa ammonire ingenuamente, salterà un derby in cui poteva essere protagonista. Partita senza sussulti, ci mette corsa e voglia, fa il suo. ORDINATO.

HERNANES: 7 – Primo tempo straripante, finalmente si potrebbe dire, velocità che ricordano i vecchi tempi, cambi di passo e tanta qualità. Si spegne alla distanza ma regala sprazzi del giocatore pagato profumatamente alla Lazio. BENTROVATO.

KOVACIC (dal 35′ st): sv

PALACIO: 8 – Ricordate il Palacio lento e spesso in difficoltà della prima parte di stagione?Dimenticatevelo perché da un po’ di tempo a questa parte è tornato il Trenza, un furetto a tutto campo, assist, gol e movimento continuo. TANTA ROBA.

ICARDI: 7 – Una palla toccata e un gol nel primo tempo, movimenti preziosi ad uscire e a favorire l’ingresso in area dei compagni, come in occasione del gol di Palacio, dimostra di avere un piede niente male. CECCHINO.

MANCINI: 7 – L’allenamento a Pasqua è servito a scuotere l’ambiente, bella prestazione con qualche sofferenza di troppo, buoni segnali a cui bisogna però dare tanta ma tanta continuità. SOLLEVATO.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy