Risorge l’ Inter, Fiorentina sconfitta 2-0

Risorge l’ Inter, Fiorentina sconfitta 2-0

di

Luci al Meazza: gli uomini di Ranieri si regalano finalmente una serata da protagonisti con una prestazione corale sontuosa. Troppo rinunciataria la Fiorentina che ha finito per pagare a caro prezzo le assenze pesanti nel reparto offensivo.

LE FORMAZIONI – Si comincia subito con una sorpresa: in campo c’è Coutinho e non Alvarez, confermati invece Milito e Maicon. I nerazzurri si schierano con l’ormai abituale 4-4-2 compatto e offensivo: in difesa Maicon, Lucio, Samuel e Nagatomo, a centrocampo Faraoni, Cambiasso, Motta e Coutinho, in avanti il duo Milito-Pazzini. La Fiorentina è alle prese con l’assenza dell’ ultima ora di Jovetic e risponde con il medesimo modulo: retroguardia composta da De Silvestri, Gamberini, Natali e Pasqual, in mezzo Munari, Behrami, Lazzari e Vargas, in avanti la novità Ljajic accanto a Gilardino.

COUTINHO SHOW ? Pronti via e la partenza delle due squadre è fulminea. Maicon spinge molto ma la prima occasione del match è di Gilardino, pescato in leggero offside su un?ottima intuizione di Behrami. Il più in palla in assoluto è Coutinho: il brasiliano lancia benissimo con un filtrante Pazzini che si fa però ipnotizzare da Boruc. L’ Inter è aggressiva e va ancora al tiro con Nagatomo e Milito. Pazzini è il più mobile degli attaccanti nerazzurri e dai suoi movimenti nascono buoni spunti; la Fiorentina invece abbassa il proprio baricentro pian piano alla ricerca della ripartenza vincente. Col passare dei minuti le compagini sembrano perdere slancio ma è l’ Inter a restare in avanti, ancora col giovanissimo brasiliano, letteralmente imprendibile: i nerazzurri ripartono in velocità, palla per Coutinho che da posizione defilata salta Gamberini e va al tiro esaltando i riflessi di Boruc. L’ Inter prende coraggio e attacca ancora ma trova sempre il portiere polacco prontissimo, stavolta su un ottimo inserimento in area di Nagatomo. Il gol però è nell’aria e finalmente arriva: ennesimo spunto di Coutinho, assist per Pazzini che beffa Boruc. 1-0, esplode San Siro. Il primo tempo si chiude poco dopo senza recupero.

FORTUNA AUDACES IUVAT – Il secondo tempo si apre con gli stessi 11 e con l’ Inter sempre proiettata in fase offensiva. Ci prova subito Faraoni ma il suo tiro non è fortunato. Ad essere premiato dalla sorte è invece Nagatomo, che realizza incredibilmente di lì a poco il 2-0: assist di Pazzini, il giapponese si inserisce in area e perde il tempo giusto ma Pasqual fa rimbalzare addosso all’ avversario il pallone che finisce lentamente in rete. Inter sul 2-0 e partita in ghiaccio. Delio Rossi prova a cambiare qualcosa sostituendo Munari con Salifu. La Fiorentina si scuote ma conclude sempre pochissimo. I nerazzurri sembrano dilagare e infiammano San Siro con ottimi fraseggi e con la personalità di Faraoni, più volte al tiro da fuori. Comincia la girandola dei cambi: dentro Muntari, Zarate e Silva, fuori Coutinho, Milito e Ljajic. Behrami è il migliore tra i viola ma il suo impegno non sortisce effetto, anzi è ancora l’ Inter a sfiorare il colpo del ko con un sinistro di Motta e un buon inserimento di Nagatomo. I viola non ne hanno più e scompaiono dal campo: Muntari e Pazzini mancano di un niente la deviazione vincente graziando ancora Boruc. Nel finale si sveglia la Fiorentina, pericolosa con Silva e Behrami, ma è troppo tardi. L’ Inter vince e convince, San Siro esulta: per una notte può tornare a sorridere.

INTER ? FIORENTINA 2-0 MARCATORI: 41? Pazzini, 49′ Nagatomo INTER (4-4-2)Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Nagatomo; Faraoni, Cambiasso, Thiago Motta, Coutinho (62′ Muntari); Pazzini, Milito (64′ Zarate). All. Ranieri. FIORENTINA (4-4-2):  Boruc; De Silvestri, Gamberini, Natali, Pasqual; Munari (52′ Salifu), Behrami, Lazzari (75′ Kharja), Vargas; Ljajic (65′ Silva), Gilardino. All: Rossi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy