Inter-Fiorentina per il riscatto, ecco le statistiche

Inter-Fiorentina per il riscatto, ecco le statistiche

di

L’Inter vuole svoltare pagina e non pensare più al bruttissimo inizio di campionato, come se ora ricominciasse un’altra stagione dove gli obiettivi sono quelli massimi iniziando già da domani contro la Fiorentina la tanto nominata rimonta, sperando che questa volta sia quella vera.

INTER: ORA SI DEVE VINCERE – I nerazzurri vogliono uscire da questa brutta situazione che soltanto 2 mesi fa pareva inimmaginabile, essendo ancora quatordicesimi a pari merito con Siena e Bologna. I nerazzurri, infatti, hanno ottenuto soltanto 14 punti in 12 partite, totalizzando 6 punti in meno rispetto alle prime 12 partite della scorsa stagione e per questo motivo sarà di vitale importanza agguantare la vittoria che, oltre ai 3 punti, aiuterebbe i ragazzi di Ranieri ad acquistare una bella dose fiducia, battendo una buona squadra come la Fiorentina. I nerazzurri hanno ottenuto la metà dei loro punti a San Siro grazie al pareggio con la Roma e alle vittorie con Chievo e Cagliari invece sono usciti sconfitti dal loro stadio 3 volte perdendo con Napoli, Juventus e Udinese. I viola si trovano in decima posizione con 16 punti (2 in più rispetto ai nerazzurri, questi ultimi però devono recuperare la partita di Genova) e ha ottenuto solamente 2 di questi 16 punti fuori casa.

VIOLA POCO INCISIVI FUORI CASA – In queste prime 6 partite giocate a San Siro l’Inter ha trovato 4 volte la via del gol (sono 10 i gol segnati fuori casa) e invece sono 7 le volte nelle quali Julio Cesar o Castellazzi sono stati costretti a raccogliere il pallone nella loro porta. Guardando la situazione dei gol della squadra toscana si puo notare come la difesa di Boruc sia stata abbastanza solida, avendo subito 11 gol in totale (7 in meno dei nerazzurri). Per quanto riguarda l’attacco dei ragazzi di Rossi si contano 13 gol in totale ma solo 1 dei quali é stato segnato fuori casa, e questa é sicuramente una buona notizia per la fragile difesa nerazzurra.

RIGORI – Era da troppo tempo che non si fischiavano calci di rigori mentre il campo veniva calcato dai ragazzi di Ranieri e proprio per questo motivo l’arbitro di sabato scorso non ha potuto resistere, indicando due volte in pochi minuti il dischetto. Questa volta però, a differenza di altre, ci stavano tutti e due ma non per questo si dovrebbe fare un conteggio a parte per i rigori subiti dai nerazzurri, che ora sono diventati 6 (3 quelli a favore). I friulani, al contrario dei nerazzurri, sono stati meno attivi per quanto riguarda i tiri dal dischetto avendone calciati 1 e subiti 1.

CARTELLINI – Sono 24 le volte in cui é stato mostrato il colore giallo del cartellino ai ragazzi di Ranieri e a quelli di Rossi. Sono 3 invece le volte nelle quali i nerazzurri hanno terminato la partita con 10 giocatori, a differenza dei toscani che sono arrivati in inferiorità numerica al fischio finale soltanto una volta.

 GOLEADOR – Gli 11 gol segnati dalla squadra nerazzurra sono arrivati grazie alle reti di Milito (3 gol), Cambiasso (2 gol), Thiago Motta (3 gol), Forlan, Lucio, Pazzini, Sneijder, Maicon, Coutinho e Castaignos invece il miglior goleador della Fiorentina é Jovetic, autore di 6 gol.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy