Stagione 2000/01: Il fallimento dell’importazione del modello Juve all’Inter

Stagione 2000/01: Il fallimento dell’importazione del modello Juve all’Inter

Commenta per primo!

UN PO’ DI STORIA  – E’ il primo luglio del 2000 quando a Santa Monica muore l’attore americano Walter Matthau. Il 23 luglio dello stesso anno Lance Armstrong vince il secondo Tour de France consecutivo, due giorni dopo un Concorde dell’Air France precipita subito dopo il decollo abbattendo un albergo vicino e provocando 113 vittime. Il 10 settembre un torrente in piena, a causa del maltempo, travolge un campeggio a Soverato in Calabria provocando la morte di 17 persone. Il 15 settembre iniziano le Olimpiadi di Sidney che vedranno la nostra nazionale collezionare 13 medaglie d’oro. E’ l’8 ottobre quando, dopo 18 anni, Michael Schumacher riporta il titolo mondiale a maranello. 13 dicembre 2000 dopo 35 giorni di incertezza e il conteggio manuale delle schede in Florida, la Corte Suprema giudica tali procedimenti anti costituzionali e elegge George W. Bush presidente degli USA. 21 febbraio 2001 la cronaca nera italiana porta sulle prime pagine dei giornali la strage di Novi Ligure: una donna e il suo figlio piccolo vengono massacrati con molteplici coltellate. I carnefici sono la figlia Erika e il suo fidanzato Omar, entrambi minorenni. 6 maggio 2001 per la prima volta un papa, Giovanni Paolo II, entra in una moschea. Accade a in Siria nel grande tempio degli Omayyadi. il 20 maggio con il film “La stanza del figlio” Nanni Moretti vince la Palma d’Oro al festival di Cannes. il 28 giugno 2001, quasi un anno dopo il collega, si estingue la “strana coppia” con la morte di Jack Lemmon.

IL CAMPIONATO – Doveva essere l’anno dell’Inter: è stato l’ennesimo successo di Capello, questa volta vincente sulla panchina della Roma regina del mercato con un investimento di 148 miliardi delle vecchie lire. Non che l’Inter fosse rimasta a guardare, il tifoso Moratti aveva messo inizialmente da parte il cuore scegliendo il raziocinio che lo ha visto confermare Marcello Lippi, malgrado una stagione deludente, pensando che, visto il palmares di vincente, l’allenatore ex Juve avesse bisogno solo di tempo per far trionfare anche i colori nerazzurri. Per dar fiducia all’allenatore il presidente aveva in estate sacrificato anche il talento di Roberto Baggio, e investito 111 miliardi per donare uno squadrone con un solo obiettivo: vincere. Ma alla prima occasione utile di vedere all’opera la squadra, si è visto sfumare il primo obiettivo di stagione: la Champions League, eliminati dall’Helsingborgs, squadra sconosciuta e piuttosto modesta ma dalla difesa invalicabili per gli attaccanti nerazzurri. Come se non bastasse ecco fallito anche l’altro obiettivo, la conquista della supercoppa italiana , persa contro la Lazio con un rocambolesco 4-3. Ma si sa, in estate i ritmi spesso tradiscono le squadre più blasonate e allora arrivederci all’esordio in campionato a Reggio Calabria, non certo un campo impossibile, ma ecco arrivare una sconfitta all’esordio e Lippi in conferenza stampa indica la via per uscire dalla crisi.

[youtube]http://youtu.be/TXcd11yMbi0[/youtube]

Detto fatto, arrivederci al canuto allenatore e benvenuto a un altro ex Juve ma già con un passato in nerazzurro: Marco Tardelli, CT dell’Under 21 campione d’Europa. Ma nemmeno la nuova guida riuscirà a trovare la giusta medicina per una squadra che non sembra tale, incapace di far esprimere al meglio nemmeno il suo pupillo Andrea Pirlo, che viene presto accantonato, trascinando la squadra al fallimento in coppa italia e in campionato. Motivo di sfottò il tenebroso derby, più simile a una partita tennistica che a una gara calcistica! In squadra tutti aspettavano il ritorno in campo di Ronaldo, ma il suo rientro nella partita contro la Lazio in finale della coppa Italia, invece che la fine, ha dato inizio a un nuovo calvario, è bastato un dribling e il ginocchio è tornato a fare Crac, stagione finita e i sogni di vedere la grande coppia Ronaldo-Vieri, rimandata di un anno. Le immagini dell’infortunio testimoniano tutto il dolore e la sfortuna del fenomeno nerazzurro.

[youtube]http://youtu.be/yswziXAhtNE[/youtube]

Per questa ragione, in attesa del numero 9 brasiliano si era puntato molto sul turco Hakan Sukur e sull’esplosivo Robbie Keane. Il primo è arrivato a fine stagione mentre l’irlandese ha fatto le valigie già a gennaio. Altro caso di mercato fallimentare è quello di Vampeta, acquistato come centrocampista di enorme talento, subito in gol nella partita di supercoppa e finito rapidamente sul fondo delle rotazioni di Lippi e Tardelli e ceduto in fretta. Le male lingue parlano di problemi in spogliatoio dovuti alla sua homo sessualità poi dichiarata qualche anno dopo. Una stagione fatta però di qualche fiammata e partita memorabile, con gol da cineteca il cui ricordo riporta ancora momenti di stupore. Come non ricordare la meravigliosa bordata di Dalmat a contro la Fiorentina, un tiro che ha sfondato il limite dei 100 km/h

[youtube]http://youtu.be/FyEk_RlQz-c[/youtube]

CASO PASSAPORTI – Non solo delusioni calcistiche per i colori interisti, ma anche casi legali, con lo scoppio di passaportopoli che inizia con i sospetti sul passaporto comunitario di Veron, così da permetterne il tesseramento non come extra comunitario per cui i limiti erano superiori. Nello scandolo rientra anche l’Inter con Oriali e il passaporto di Recoba.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy