Dalla sfida alla Lazio al derby d’Italia: il tour de force dell’Inter per un aprile di fuoco

Dalla sfida alla Lazio al derby d’Italia: il tour de force dell’Inter per un aprile di fuoco

Si decide tutto a partire da domenica: nelle prossime settimane i nerazzurri non potranno più sbagliare

di Andrea Dattrino

Accantonato il derby e tutto l’ottimismo che ne è conseguito ora, per l’Inter, è tempo di un vero e proprio tour de force. A due mesi dalla fine del campionato c’è ancora da difendere il terzo posto o perlomeno la qualificazione alla prossima Champions League, ultimo obbiettivo di questa complicata stagione.

Dieci finali con tanti scontri diretti e il rientro in squadra di Mauro Icardi, che mancava dal caos-fascia. Con lui i recuperi altrettanto importanti di Nainggolan e Keita.

Al rientro della sosta delle Nazionali ci si ritroverà l’avversario con cui si aveva lottato l’anno scorso fino all’ultimo secondo per lo stesso obbiettivo di quest’anno. La Lazio di Simone Inzaghi ha sì una partita ancora da recuperare ma pur sempre 8 punti di distacco dai nerazzurri. Vincere significherebbe non solo garantirsi il vantaggio negli scontri diretti (all’andata fu 0-3 all’Olimpico) ma anche distaccarsi in maniera forse definitiva dai laziali.
Il Genoa nell’ultimo turno infrasettimanale della stagione chiude il cerchio delle tre partite in una settimana. Nell’ultimo match casalingo dei Grifoni è arrivata la prima sconfitta in campionato della Juventus grazie ai gol di Sturaro e dell’ex eroe del Triplete Goran Pandev.

Il derby nerazzurro contro l’Atalanta invece anticiperà quella che probabilmente potrà essere, perlomeno sulla carta, la partita più semplice da affrontare per gli uomini di Spalletti, ossia il Frosinone che però sarà ancora in piena lotta per non retrocedere.
Poi Roma e Juventus, entrambe da disputare tra le mura amiche. Se con la seconda, già con una buona fetta di scudetto in tasca, c’è da considerare a che punto saranno arrivati nel loro cammino europeo, lo stesso discorso non può valere per i giallorossi. Contro gli uomini dell’ex allenatore nerazzurro Claudio Ranieri si tratterà di un vero e proprio scontro diretto in un match che dirà tanto per entrambe le squadre per la rincorsa Champions. Un mese infuocato e decisivo per il futuro nerazzurro che potrà valersi del fatto di disputare la maggior parte delle partite in casa, allo Stadio Giuseppe Meazza. Un fattore a favore per chi ha giocato le sue migliori partite nei match che contavano.

LEGGI ANCHE – > De Boer attacca l’Inter, Biabiany risponde
Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com
VIDEO – Mourinho pronto a tornare in panchina

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy