NUMERI – Icardi quanti gol!

di

di Bartoloni Riccardo

Non ci resta che finire in bellezza questa stagione per ripartire da alcuni punti fermi l’anno prossimo. Se infatti dopo la stagione 2012-2013 si dovette ricominciare tutto da capo, quest’anno i nerazzurri possono dire di aver iniziato a porre le basi per il futuro. Innanzitutto la presenza di Thohir conferisce sicuramente un’ulteriore sicurezza a tutto l’ambiente, almeno dal punto di vista finanziario, e i nomi che per adesso circolano attorno all’Inter non sono per niente da buttare via.

Altro punto cardine della squadra nerazzurra è il portiere Samir Handanavovic: dopo un paio di partite non entusiasmanti lo sloveno sembra essersi perfettamente ritrovato con una splendida prestazione a Genova. Per la stagione prossima quindi si dovrà ripartire dalle sue parate o, se qualche big team europeo vorrà aggiudicarselo, dalla grande quantità di denaro che una sua cessione potrebbe procurarci.

Altro elemento da tenere in considerazione per la stagione che verrà è il tanto discusso quanto osannato Mauro Icardi. Dopo l’incredibile partita contro l’ex marito dell’onnipresente Wanda Nara, sono state tante le parole spese per il talento argentino. Forse l’ex doriano ha esagerato negli atteggiamenti prima, durante e dopo la partita, ma finché arrivano i gol nessuno può lamentarsene. E per adesso i gol non mancano: sono infatti 8 le reti messe a segno da Icardi con la maglia dell’Inter in 1032 minuti per una media di 1 gol ogni 129 minuti. Per fare un paragone, Rodrigo Palacio avendo segnato 15 gol in 2974 minuti ha una media di 1 gol ogni 198 minuti.

Altro elemento interessante da prendere in considerazione per rialzare il morale nerazzurro è il paragone con l’Inter della stagione 2012-2013. Furono infatti 54 i punti che l’Inter di Stramaccioni riusci’ a totalizzare l’anno scorso, e ora ci basterebbe soltanto un pareggio in 5 partite per raggiungere quel traguardo poco prestigioso. La gara di oggi contro il Parma invece sembra configurarsi come uno scontro diretto per il quinto posto. Gli emiliani si trovano a soltanto 2 punti dall’Inter e il verdetto della partita odierna ci svelerà se si potrà accedere all’Europa League in tutta tranquillità o se bisognerà sudarsi la qualificazione fino alla fine, tenendo d’occhio l’importate rimonta del Milan dalle retrovie. Al Tardini il Parma ha totalizzato 7 vittorie, 7 pareggi e solo 2 sconfitte, mentre l’Inter lontano da San Siro ha vinto 6 volte, pareggiato 6 volte e perso 4 volte. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy