RIVOLUZIONE SAN SIRO – Sportium, ecco l’ultima opera in progettazione: pronto il nuovo stadio per il Cagliari

RIVOLUZIONE SAN SIRO – Sportium, ecco l’ultima opera in progettazione: pronto il nuovo stadio per il Cagliari

Uno sguardo all’ultimo progetto dello studio di architettura internazionale, con un focus sui punti in comune che avrà con “Gli Anelli di Milano”

di Luca Boetti

Sportium (Società del Gruppo Progetto CMR) è co-autore, insieme a David Manica, del progetto “Gli Anelli di Milano”, una delle due proposte progettuali per il nuovo stadio di San Siro. Del progetto degli Anelli, in questa rubrica e in altri appuntamenti, abbiamo già parlato diffusamente.

Sportium firma anche il progetto di un altro stadio in Italia, quello che sorgerà a Cagliari e che sarà, nei prossimi anni, destinato ad ospitare le partite casalinghe della squadra sarda. La redazione di Passione Inter è riuscita ad ottenere, in esclusiva, i documenti che riguardano proprio il nuovo stadio di Cagliari e che, come vedremo, rappresenta il punto di partenza da cui gli architetti degli Anelli si sono ispirati per la realizzazione dei progetti del Nuovo Stadio di Milano.

Come gli Anelli, il nuovo stadio di Cagliari (che si vocifera vedrà iniziare i lavori della sua costruzione nel settembre del 2021) è perfettamente integrato con il territorio circostante. Grazie infatti allo studio attento di Sportium e dei suoi partner del gruppo Progetto CMR, lo stadio si affaccia sul mare e sembra appartenere al mare, richiamando i colori e le forme della città e degli elementi circostanti, senza essere un elemento estraneo al landscaping del territorio.

Il rivestimento dello stadio è color beige, richiamante le saline che si incontrano per entrare in città, e la sua copertura semi-trasparente fa sì che la luce filtri dall’alto, senza però essere un elemento di disturbo, permettendo al sole di entrare e agli spettatori di poter godere della miglior vista possibile. 

Questo è un punto fondamentale della concezione degli stadi di calcio presentata da Sportium: l’attenzione per il territorio, l’ancoramento dell’arena al terreno da cui nasce e che, pertanto, permette un’esperienza che sia coerente con la città che ospita l’impianto.

Altro elemento che il nuovo stadio di Cagliari e gli Anelli avrebbero in comune è la loro offerta ai tifosi, la cosiddetta fan experience.

Entrambi gli stadi garantirebbero una vivibilità che andrebbe ben oltre il semplice match day, offrendo ai tifosi la possibilità di frequentare le strutture dello stadio tutto l’anno. In particolare, lo stadio di Cagliari avrà addirittura un albergo integrato all’interno della struttura sportiva, con camere con vista che daranno direttamente sul campo di gioco, e una piscina scoperta sul tetto dello stadio. Anche questo sarà uno spartito che verrà riproposto nella costruzione degli Anelli: la presenza di aree dedicate all’hospitality che saranno moderne e spettacolari, in conformità con le norme internazionali sugli stadi.

L’atmosfera e la soddisfazione del tifoso saranno al centro di entrambi i progetti, sia per gli Anelli che per il nuovo stadio di Cagliari. L’effetto “dodicesimo uomo” è fondamentale nella concezione di entrambi i progetti, soprattutto con riguardo all’accessibilità e al calore che sarà garantito ai tifosi all’interno dello stadio. Interessantissimo è stato lo studio sull’impatto acustico, per cui è stato pensato un sistema in grado di trattenere il rumore all’interno riducendo l’impatto esterno, amplificando il suono del tifo direttamente dentro lo stadio, quasi come una cassa di risonanza. Questo sistema è stato poi ripreso anche per la progettazione degli Anelli, assicurando un effetto che sarà simile a quello che si osserva all’interno degli stadi inglesi, riconosciuti da tutti come i più caldi d’Europa.

Diversi quindi i punti in comune tra gli Anelli di Milano e la nuova casa del Cagliari, segno di come Sportium mantenga una direzione dei progetti sicura e coerente. Modernità, tradizione, cura per l’esperienza dei tifosi e bellezza: questi i punti su cui scommette Sportium, tenendo comunque sempre in conto l’aspetto della gestione sportiva ed economica degli impianti, fondamentale nell’offerta che lo studio offre ai suoi clienti.

Se queste sono le premesse per il nuovo San Siro, il futuro sembra decisamente esaltante.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy