TS – Handanovic e i suoi eredi: per Brazao situazione di stand-by, il brasiliano non riesce a emergere

L’estremo difensore ha raccolto una manciata di presenze tra Albacete e Oviedo

di Lorenzo Della Savia

I portieri validi, oggi, costano: e l’Inter, per il dopo-Handanovic, ha intenzione di buttarsi solo su portieri validi, ergo portieri che costano. Non potrebbe essere altrimenti (Meret e Cragno sono tra i portieri del presente e del futuro del calcio italiano, Musso pare un altro destinato ad avere una carriera d’alto livello), anche se l’Inter, nel 2019, avrebbe già speso 6,5 milioni per un portiere descritto come talentuoso ma che, sino a questo momento, sta faticando a emergere: si tratta di Brazao, che oggi Tuttosport menziona tra i possibili eredi di Handanovic, mettendolo in condizione di stand-by.

Infatti, che l’Inter, in questo momento, abbia in mente ben altri profili per l’eventuale sostituzione dello sloveno – per il quale la carta d’identità comincia a pesare – è realtà ormai consolidata: e si torna, appunto, ai soliti nomi di Meret, Cragno e Musso. Per quanto riguarda Brazao, invece, il profilo del brasiliano – assistito, peraltro, da Julio Cesar – non è al momento contemplato, anche perché necessita ancora di un’esperienza che lo porti a giocare con continuità: la scorsa stagione, con l’Albacete, Brazao è sceso in campo appena 7 volte; quest’anno, durante il prestito all’Oviedo, ha collezionato appena 2 presenze, incassando 5 reti. Per il momento, il discorso per affidargli la porta dell’Inter, è quantomeno rimandato.

>>>Sostienici su Patreon per avere accesso ai contenuti esclusivi<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy