Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

MERCATO INTER

Inter, non fartelo scappare: Bremer è tra i migliori d’Europa

Inter, non fartelo scappare: Bremer è tra i migliori d’Europa - immagine 1

Il centrale del Torino andrà via la prossima estate

Antonio Siragusano

L'ennesima partita giocata ad altissimi livelli contro il Milan, nella quale oltre ad annullare Giroud è riuscito a neutralizzare i tagli di Leao, ha confermato che Gleison Bremer è in questo momento uno dei centrali più forti di tutta la Serie A. In realtà, espandendo lo sguardo in Europa, il difensore brasiliano ha numeri da top assoluto.

E' primo ad esempio per numero di intercetti, oltre cento in questa stagione davanti a Palomino ben staccato (78). Primato che vede il classe 1997 anche in cima alla classifica per palloni recuperati con 256, davanti Soares del Bochum (255) e Upamecano del Bayern Monaco (227). E non è tutto, perché anche per duelli aerei nessuno è come lui, visto che in questa stagione ne ha ingaggiati ben 253. Primato che sfiora anche nei duelli complessivi con 401, alle spalle di Galàn del Celta (441).

Inter, non fartelo scappare: Bremer è tra i migliori d’Europa- immagine 2

Insomma, se l'Inter ha individuato in Bremer il centrale del futuro dovrà darsi una mossa. Come spiegato da La Gazzetta dello Sport, oltre ai nerazzurri sul calciatore ci sono anche Napoli, Juventus, Bayern Monaco e qualche big inglese. Il costo oscilla tra i 25 e i 30 milioni di euro: valutazione che Marotta e Ausilio potrebbero alleggerire inserendo il cartellino di un uomo che tanto piace a Juric come Federico Dimarco.

Per esigenze di bilancio l'operazione in casa Inter non è così immediata. Il club nerazzurro dovrà infatti liberare una casella e far cassa con uno dei tre difensori ad oggi titolari. Il principale indiziato rimane Stefan de Vrij, in scadenza di contratto nel giugno 2023 e lontano da una trattativa per il rinnovo. Tatticamente Bremer sarebbe il rinforzo ideale, non solo perché prenderebbe il posto dell'olandese al centro di una linea a tre che ha imparato perfettamente negli ultimi anni, ma anche per le sue caratteristiche da difensore super moderno che darebbero all'Inter quella velocità assente nei suoi centrali negli ultimi anni.