Mercato – Messi e il Barcellona: dalla guerra con Bartomeu al contratto in scadenza. L’Inter ci può provare

L’attaccante argentino si sarebbe potuto svincolare entro la fine di ogni stagione a costo zero

di Antonio Siragusano

All’Inter i motivi per sperare nell’acquisto sul mercato di Leo Messi, tra questa e la prossima estate, ci sarebbero tutti. Innanzitutto perché il fenomeno argentino è in scadenza di contratto nel giugno 2021: l’ultimo rinnovo del 2017 era valso all’argentino 200 milioni netti, fra ingaggio, bonus alla firma, premi. Insomma, 50 netti a stagione, 400 lordi complessivi: cifre che, con un grande sforzo economico, potrebbe raggiungere anche il gruppo Suning.

Ad oggi non vi è stato alcun contatto tra Messi e il Barcellona per discutere del rinnovo. E’ noto come i rapporti tra l’attaccante e il presidente Bartomeu siano ai minimi storici. Dopo i primi dissidi di inizio stagione, la rottura con il numero uno blaugrana in carica fino alla prossima estate è nata in occasione dell’esonero di Valverde, a cui ha fatto seguito lo scarico di responsabilità sui calciatori da parte di Abidal che ha contribuito all’inasprimento dei rapporti. La scintilla mai realmente scoccata col nuovo tecnico Quique Setién rappresenta l’ultimo capitolo di una guerra in atto con il club.

Come ricordato da La Gazzetta dello Sport questa mattina, c’è infine un ultimo aspetto da non sottovalutare visto che la dirigenza catalana nei mesi scorsi è stata accusata di aver speso milioni di euro per pagare una società operante sul web per creare profili social che screditassero alcuni personaggi eminenti del club, compresi i giocatori, compreso Messi e la moglie Antonela. Potrebbe essere tutto ciò a provocare il definitivo addio di Messi dal Barcellona?

>>>Iscriviti al canale Youtube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

LIVE Calciomercato Inter – Suning può permettersi Messi. Prove di scambio Sanchez-Perisic, Lautaro rinnova con l’Inter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy