ESCLUSIVA – Benny Carbone: “Vidal ciliegina sulla torta del gran lavoro fatto da Ausilio. La 10 a Lautaro…”

ESCLUSIVA – Benny Carbone: “Vidal ciliegina sulla torta del gran lavoro fatto da Ausilio. La 10 a Lautaro…”

L’ex numero 10 dell’Inter parla del mercato nerazzurro e del numero di maglia di Lautaro: “Pesa la maglia in sè”

di Giovanni Parisio
intervista carbone

Manca meno di un mese all’inizio della nuova stagione ed in casa Inter si preparano le ultime strategie di mercato per completare la rosa a disposizione di Luciano Spalletti. Acquisti mirati, rosa migliorata dal punto di vista qualitativo, giocatori funzionali all’idea di gioco del tecnico di Certaldo.

Un mercato da 8 in pagella, al momento, per l’Inter che nelle prossime ore potrebbe piazzare l’acquisto di Sime Vrsaljiko dall’Atletico Madrid. E sognando Arturo Vidal, facciamo il punto sulle trattative concluse ed ancora in piedi con l’ex numero 10 nerazzurro Benito Carbone, il quale intervistato in esclusiva da Passioneinter.com si sofferma su alcuni punti chiave del mercato e risponde con fermezza sul nuovo numero 10, Lautaro Martinez 

Arturo Vidal, la ciliegina sulla torta del mercato e del centrocampo dell’Inter. Che impatto avrebbe in nerazzurro?

“Dovesse arrivare Arturo Vidal l’Inter andrebbe a completare un centrocampo di altissima qualità con un giocatore di grande esperienza, carisma, abilità di inserimento senza palla e quantità che in mezzo al campo serve tantissimo. Conosce bene il calcio italiano, è un profilo di spessore internazionale ed a mio modo di vedere è il giocatore perfetto per l’idea di gioco di Spalletti, senza nulla togliere a Gagliardini e Vecino”.

Vrsalijko potrebbe arrivare dall’Atletico Madrid, alla fine tra i tanti nomi accostati è quello che mette d’accordo tutti?

“Vrsaljko mi piace sin dai tempi del Sassuolo. È un terzino in grado di fare entrambe le fasi di gioco con qualità, arriva sul fondo dando maggior sostegno all’esterno d’attacco. L’Inter completa il reparto difensivo con un giocatore di altissimo livello. Poi dopo l’acquisto di De Vrij ed Asamoh, la retroguardia nerazzurra è una delle migliori”.

Calciomercato di livello ad opera di Piero Ausilio: sia in entrata che in uscita è stato fatto un grandissimo lavoro.

“Assolutamente. Io ho sempre detto che Piero Ausilio è un conoscitore di calcio ed un grandissimo direttore sportivo. Negli anni meno fortunati nonostante le difficoltà del caso ha portato giocatori di livello, vedi Icardi. Oggi completa un percorso di crescita sia personale ma anche di club dove l’Inter può tornare a livelli importanti sia in Italia che in Europa col tempo. Campagna acquisti e gestione delle cessioni da 10 in pagella. Non è partito nessun big in due anni nonostante i paletti del Fair Play Finanziario”.

Nainggolan ha già preso per mano l’Inter?

“Il belga è un giocatore di grandissime qualità. Spalletti lo ha voluto fortemente perchè lo conosce bene e lo sa gestire per farlo rendere al meglio. Fondamentale per il gioco nerazzurro, l’uomo in grado sia di attaccare che di difendere, il trequartista ideale nell’ideologia tattica dell’allenatore. Già si vede che è al centro della manovra”.

Quanto pesa la numero 10 sulle spalle di Lautaro Martinez?

“La maglia dell’Inter pesa a prescindere dal numero. Certo, il 10 è stato sulle spalle di grandissimi giocatori che hanno fatto la storia del club nerazzurro. Lautaro arriva in un momento importante della sua carriera, ha il carattere e le qualità per far bene, senza pensare a quello che potrebbe essere il peso del numero di maglia. Ha ottime qualità e sono sicuro farà grandi cose, certo c’è da considerare se giocherà al fianco del mostruoso Icardi o se sarà il suo vice”.

LEGGI ANCHE – Wanda Nara, prova costume superata. Ecco l’ultimo scatto su Instagram

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

ICARDI SI ALLENA AD APPIANO, MA WANDA… E’ GIA’ IN FORMA!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy