ESCLUSIVA – Cribari avverte la Lazio: “Sarà dura a San Siro, Inter da Scudetto. Che rabbia quella sconfitta con Mourinho…”

ESCLUSIVA – Cribari avverte la Lazio: “Sarà dura a San Siro, Inter da Scudetto. Che rabbia quella sconfitta con Mourinho…”

L’ex difensore di Lazio e Siena ai microfoni di Passioneinter.com: “Con Godin e Lukaku i nerazzurri hanno trovato due campioni di livello internazionale”

di Daniele Najjar, @Daniele_najjar

Archiviata la gioia del derby, l’Inter di Conte deve già tornare in campo: domani a San Siro andrà in scena la delicatissima sfida contro la Lazio, reduce dal 2-0 con cui ha regolato il Parma domenica all’Olimpico. Tanti sono i ricordi legati a questa sfida, che di certo non lascia mai delusi gli spettatori a livello di emozioni.

La redazione di Passioneinter.com ha contattato in esclusiva l’ex difensore biancoceleste Emilson Cribari, per parlare con lui della sfida che sta per arrivare.

Cribari, domani la sua ex squadra, la Lazio, incontrerà l’Inter. Che cosa ne pensa dell’inizio di campionato della squadra di Inzaghi?

“La Lazio ha fatto un inizio di stagione fra alti e bassi. Ha fatto ottime partite contro la Sampdoria e domenica contro il Parma, un risultato comunque positivo al derby, ma ha perso punti importanti contro la Spal che è una cosiddetta piccola e dovrebbe lottare per la salvezza. Quelle sono le partite che non bisogna sbagliare, dove bisogna fare tre punti sempre se l’obiettivo è quello di arrivare fra le prime 4. Alti e bassi dunque, ma è stato comunque un inizio di stagione promettente. Domani sarà importantissima per capire un po’ meglio la vera forza della squadra di Inzaghi di quest’anno”.

Che partita si aspetta domani?

“Difficilissima. L’Inter ora è tra le squadre più forti, fra quelle che lotteranno sicuramente per lo Scudetto con la Juventus ed il Napoli. Tutte le partite a San Siro sono difficili, ma quest’anno sarà ancora più difficile visto che l’Inter si è rinforzata moltissimo. Domani mi aspetto una partita davvero dura per la Lazio, che però ha le potenzialità per mettere in difficoltà i nerazzurri”.

Cosa ne pensa dell’Inter che sta nascendo?

“L’Inter quest’anno si è rinforzata molto. Ha trovato in particolare due pezzi da 90, due campioni, giocatori di livello internazionale come Godin in difesa e Lukaku in attacco. Farebbero la differenza in qualsiasi squadra al mondo. L’Inter lotterà per lo Scudetto sicuramente”.

Fra le volte in cui ha sfidato i nerazzurri in campo, ricordiamo quel 4-3 del “Meazza”, al tempo in cui vestiva la maglia del Siena. Che ricordo ha di quel match così particolare?

“Una partita davvero incredibile quella! Abbiamo sfiorato la vittoria più di una volta, facendo una grandissima partita. Mi ricordo l’ultimo gol di Samuel dove non venne fischiato un fallo netto a nostro favore non fischiato dall’arbitro che ci fece arrabbiare tantissimo, facendoci perdere quella partita. Al fischio finale poi venni anche espulso. Bella partita che poteva finire meglio per noi, ma non dimentichiamo che quella era l’Inter di Mourinho, quindi niente da rimproverarci di sicuro!”.

L’Inter faceva davvero paura come sembrava nel 2010?

“La squadra di Mourinho era davvero fortissima quell’anno, completa in tutti i reparti, con qualità in tutti i reparti, esperienza, voglia di vincere. Poi era anche fortunata nei momenti giusti. Ha fatto la storia italiana del calcio e rimarrà una delle squadre italiane più forti di sempre”.

LA REDAZIONE DI PASSIONEINTER.COM RINGRAZIA CRIBARI PER L’ESTREMA GENTILEZZA DIMOSTRATA

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.
Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 1.900 interisti!

Conte: “Futuro duraturo all’Inter? Questa è la speranza all’inizio di un progetto. Lo auspico per la mia carriera”

A

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy