CHE FINE HA FATTO – Alen Stevanović, l’ala serba che ha cambiato cognome e ha fatto il giro del mondo

CHE FINE HA FATTO – Alen Stevanović, l’ala serba che ha cambiato cognome e ha fatto il giro del mondo

50° appuntamento con la rubrica settimanale di Passioneinter.com

di Antonio Siragusano

La rubrica di Passioneinter.com ‘Che fine ha fatto’ raggiunge il 50esimo appuntamento con i propri lettori e celebra questa importante ricorrenza con una storia davvero particolare, nonché quella dell’ex Inter Alen Stevanović.

Iniziamo subito con una piccola curiosità: al momento della nascita, il suo primo cognome era Golos. Ma a causa dell’immediata separazione dei genitori, non conobbe mai il suo padre naturale, andando a vivere insieme alla nonna ed allo zio in Serbia. Mentre la madre e il nonno, da cui ereditò il cognome Stevanović, andarono in Svizzera in cerca di fortuna.

Esterno destro cresciuto nel settore giovanile del Radnički Obrenovac, si trasferisce all’Inter il 2 febbraio del 2009, dopo essere stato scartato dal Torino in un provino dell’anno precedente. In nerazzurro viene immediatamente aggregato alla formazione Primavera, anche se già ad inizio 2010 viene inserito nell’elenco dei convocati della prima squadra per il ritiro invernale ad Abu Dhabi. Dopo aver trovato l’esordio in Serie A ed essersi messo in luce nel Torneo di Viareggio, nel luglio dello stesso anno si trasferisce in comproprietà al Torino, prendendosi una sorta di rivincita con il suo passato.

Per lui, una breve parentesi di 6 mesi in Canada con la maglia del Toronto a partire dal marzo 2011, per poi tornare ancora una volta in maglia granata. Lo stesso Torino che lo riscatterà definitivamente nel giugno 2013, prima di essere ceduto in prestito circa un mese dopo al Palermo. Annata importante per lui, tra i protagonisti del successo rosanero che regala alla piazza siciliana la vittoria del campionato di Serie B e la tanto voluta promozione in Serie A. Ancora di proprietà del Torino, viene spedito in altri prestiti sempre in Serie B – prima al Bari e poi allo Spezia –  fino al 2015, quando a parametro zero il 31 agosto firmerà per il Partizan Bergrado tornando nella sua Serbia.

Nel gennaio 2018 sceglie di accettare l’offerta del Shonan Bellmare, club giapponese con cui colleziona un totale di 12 presenze. Per ultimo, da svincolato, lo scorso 12 febbraio fa ritorno in Europa, e più precisamente in Polonia con la maglia del Wisła Płock.

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

CHE FINE HA FATTO – Ljajic, l’esterno arrivato in prestito dalla Roma

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy