Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Accadde Oggi – 30 novembre 2015, Napoli-Inter 2-1: la squadra guidata da Mancini perde il primo posto dopo un finale di gara assurdo

NAPLES, ITALY - NOVEMBER 30: Napoli's player Gonzalo Higuain vies with FC Internazionale Milano player Jeison Murillo during the Serie A match between SSC Napoli and FC Internazionale Milano at Stadio San Paolo on November 30, 2015 in Naples, Italy.  (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

La vittoria dei partenopei viene siglata dalla doppietta di un Higuain al picco della sua forma

Luca Tagliabue

"Era la prima metà della stagione 2015/2016 e sulla panchina dell'Inter sedeva un Roberto Mancini fresco di ritorno in nerazzurro. L'avvio in campionato era stato molto convincente e la squadra, grazie una lunga serie di risultati positivi, occupava stabilmente il primo posto in classifica. Ad attendere i nerazzurri c'era però un test molto importante, ovvero la trasferta del San Paolo contro il primo Napoli di Sarri. La squadra partenopea, dopo un inizio traballante, aveva cominciato a ingranare ed era guidata da un Higuain semplicemente immarcabile, che a fine stagione avrebbe sancito il nuovo record di gol stagionali in Serie A.

"Il primo tempo comincia nel peggiore dei modi: dopo soli settanta secondi un rinvio sbagliato di Murillo regala il pallone a Higuain, che di fronte ad Handanovic si dimostra implacabile. Il duro colpo subito manda in confusione i nerazzurri, che non riescono a creare nulla e rischiano addirittura di subire il raddoppio. A peggiorare ulteriormente la situazione ci pensa infine Nagatomo, che, già ammonito al 35' per un duro intervento su Callejon, commette un'altra leggerezza e lascia i propri compagni in dieci a pochi minuti dalla fine del primo tempo.

"La ripresa sembra destinata a seguire lo stesso spartito, tanto che al 63' il solito Higuain approfitta al meglio di un lancio lungo di Albiol per mettere a segno un gran destro su cui non può ancora una volta fare nulla il portierone sloveno.  Ma è proprio qui che arriva la reazione dell'Inter, che aumenta la pressione e dopo soli quattro minuti accorcia il risultato con un Ljajic in grande spolvero. Da qui in avanti sono i nerazzurri a fare la partita, fino al concitatissimo finale in cui Jovetic e Miranda prendono due pali sugli sviluppi della stessa azione nell'ultimo dei quattro minuti di recupero. Si infrangono così sui legni le speranze di rimonta di un'Inter che da qui comincerà il suo declino, inaugurando la lunga serie di crisi invernali a cui i tifosi nerazzurri sono stati costretti ad abituarsi negli ultimi anni.

https://www.passioneinter.com/notizie-nerazzurre/inter-news-live/u