Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

CdS – La crescita di Barella, ora è imprescindibile: punto fermo e gol in tutte le competizioni

Nessuno riusciva in un impresa simile da Hamsik, nel 2015: Barella ha segnato almeno un gol in ogni competizione

Cesare Milanti

"Nicolò Barella, difficile e sbagliato negarlo, è ormai un punto fermo imprescindibile per l'Inter di Antonio Conte: dà sostanza, spirito di sacrificio, abnegazione e, sorprendentemente (ma non troppo) anche gol. Ne ha parlato il Corriere dello Sport, che ha analizzato il rendimento del numero 23 nerazzurro, il quale può vantare un record che durava dal 2015.

"Marek Hamsik, infatti, era stato l'ultimo calciatore a militare in una compagine italiana capace di siglare almeno un gol in ogni competizione a cui ha partecipato; Barella, con l'Inter 19/20, ha fatto lo stesso: Slavia Praga in Champions League, Verona in campionato, Fiorentina in Coppa Italia e ultimo, ma non per importanza, il destro del provvisorio 2-0 contro il Bayer Leverkusen nei quarti di finale di Europa League.

"Barella, però, è più di un centrocampista con il gol facile: l'ex Cagliari è diventato insostituibile nella mediana nerazzurra, nonostante abbia impiegato un po' a carburare ad inizio stagione. Complici anche le difficoltà di Vecino e Sensi, il centrocampista sardo ha acquisito uno status da titolare assoluto nelle gerarchie di Antonio Conte, contribuendo anche a fornire una grossa ed importante dose di italianità alla rosa nerazzurra.

"Infine, un retroscena: l'ex Cagliari poteva vestire la maglia della Beneamata già due stagioni fa, ma l'Inter ha voluto aspettare per non bruciare le tappe con il suo mediano d'interdizione del futuro. La scommessa ha pagato: Barella non può fare a meno dell'Inter, e viceversa.